• Home / CITTA / Cosenza / Covid – Scuole chiuse fino a Natale in comune nel Cosentino. Chiesta la zona arancione

    Covid – Scuole chiuse fino a Natale in comune nel Cosentino. Chiesta la zona arancione

    Il sindaco di Luzzi Umberto Federico ha prorogato, visto l’aumento progressivo dei contagi da Covid 19, la chiusura delle attività didattiche in presenza di tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 22 dicembre 2021.

    La scelta di sospendere – comunica l’amministrazione comunale – le attività didattiche in presenza, già dal 29 novembre, si è rivelata fondamentale per evitare la diffusione di focolai all’interno delle istituzioni scolastiche, visto che l’incremento dei contagi, mai come questa volta, riguarda in una percentuale importante (pari al 26%) la popolazione di età inferiore ai 18 anni. Riteniamo, pertanto, doveroso e necessario prorogare la sospensione delle attività didattiche, a tutela della salute pubblica degli alunni e del personale docente ed ausiliario. Siamo coscienti di chiedere un nuovo sacrificio ai nostri bambini, che dovranno studiare, in questo scorcio di dicembre che ci separa dalle festività natalizie, con la DaD e con le innumerevoli difficoltà ad essa legata, ma siamo speranzosi e fiduciosi che grazie al sostegno e ai sacrifici delle famiglie e alla dedizione e alla professionalità dei loro attenti docenti riusciremo a vivere un Natale sereno e a ripartire in presenza nel nuovo anno”. L’ordinanza di proroga della sospensione della didattica in presenza è in via di predisposizione e sarà pubblicata nelle prossime ore sull’albo pretorio del comune.

    Nella giornata di ieri, inoltre, il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Cosenza ha formulato alla presidenza della Regione Calabria una nuova proposta di istituzione di “Zona Arancione” nel comune di Luzzi, trovando la piena condivisione del sindaco e dall’amministrazione, dal momento che lo stesso Dipartimento Sanitario ritiene che ricorrano le condizioni per l’adozione di misure di mitigazione della diffusione epidemica mediante l’istituzione della “Zona Arancione”.

    Il sindaco è in costante contatto con la Regione e con le massime autorità sanitarie provinciali e distrettuali, in attesa del decreto ufficiale di Istituzione di zona arancione nel comune che dovrebbe arrivare nelle prossime ore. “Non appena avremo notizie ufficiali in tal senso, – continua la nota del comune –  vi saranno, come sempre, prontamente comunicate. In questo delicato momento di risalita della curva epidemiologica, ribadiamo quanto sia importante andare avanti con una massiccia campagna vaccinale e quanto sia altrettanto indispensabile indossare la mascherina. Come detto in altre occasioni, siamo nuovamente chiamati ad una grande prova di coraggio contro questo subdolo virus che da quasi due anni condiziona le nostre vite e che ci fa vivere quotidianamente nel terrore. Dimostreremo – conclude il comune – ancora una volta, di essere una straordinaria comunità. Uniamoci tutti in un grande abbraccio virtuale”.