• Home / CITTA / Cosenza / “Buone prassi per la tutela del mare”, venerdì convegno a Cetraro

    “Buone prassi per la tutela del mare”, venerdì convegno a Cetraro

    Mai abbassare l’attenzione su ambiente e inquinamento. Non solo nel periodo estivo. L’associazione “Mare pulito Bruno Giordano” punta esattamente a questo. Venerdì prossimo, 30 luglio ore 19, presso il porto turistico di Cetraro, nel giardino del ristorante “il Faro”, ha organizzato un incontro dal titolo: “Ripartiamo dalla bellezza. Buone prassi per la tutela del mare”. Saranno presenti sindaci, amministratori e rappresentanti delle associazioni. Modera e introduce Giuseppe Aieta, consigliere regionale. Previsti poi i saluti del sindaco Ermanno Cennamo e di Francesca Mirabelli che è la presidente dell’associazione. Intervengono Antonio Ranieri, direttore marittimo Calabria e Basilicata tirrenica; don Ennio Stamile, referente di Libera in Calabria; Michelangelo Iannone, direttore scientifico Arpacal; Emilio Sperone, docente Unical Zoologia marina e Antonella Sette dell’associazione “Mare pulito Giordano”.

    “Occorre non abbassare la guardia”, suggerisce Francesca Mirabelli. Nelle settimane scorse, con l’associazione, prima al porto di Tropea con i riconoscimenti ed i premi alle realtà che si sono meglio contraddistinte, e poi a Roccella, “abbiamo inteso continuare a promuovere la cultura della legalità. Presentando – spiega la presidente – il manuale per le buona prassi sulla tutela del mare realizzato in collaborazione con Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, Arpacal e Università della Calabria. Dalla fioritura algale, ai sistemi di depurazione, ai controlli effettuati da guardia costiera e Arpacal, fino a descrivere i sistemi di fitodepurazione. Su questi argomenti l’associazione Mare pulito Giordano sarà sempre in prima linea”.