• Home / CITTA / Cosenza / Presentato adeguamento tecnico funzionale nel porto di Corigliano Calabro

    Presentato adeguamento tecnico funzionale nel porto di Corigliano Calabro

    Redistribuzione delle aree portuali e attenzione al comparto crocieristico sono gli elementi strategici inseriti nello studio di adeguamento tecnico funzionale del piano regolatore del porto di Corigliano Calabro.

    L’Autorità portuale di Gioia Tauro, guidata dal commissario straordinario Andrea Agostinelli, mantiene promessa ed impegno, fatti alla senatrice Rosa Silvana Abate, particolarmente attenta allo sviluppo dello scalo della Sibaritide, al cluster marittimo e alle istituzioni locali, regionali e nazionali.

    Si è appena conclusa la riunione, indetta dal commissario straordinario Andrea Agostinelli nei locali dell’Ente a Corigliano Rossano, per presentare gli adeguamenti tecnico funzionali, che non richiedono particolari obblighi normativi rispetto alla stesura del Piano regolatore e alla variante localizzata.

    Nello specifico, è stata ipotizzata la realizzazione di una banchina dedicata allo sviluppo del settore crocieristico dello scalo. Nel contempo, Agostinelli ha illustrato la previsione di redistribuzione di tutte le banchine, al fine di migliorare la funzionalità dell’intera infrastruttura portuale.

    Si tratta di una nuova disposizione delle diverse aree che terrà conto, anche, dell’attività della pesca, a cui saranno destinate banchine dedicate, e del diporto nautico, settore a cui si intende dare un significativo sviluppo, da inserire in un complessivo progetto di maggiore crescita integrata dei diversi settori economici portuali.

    Hanno preso parte all’incontro la senatrice Rosa Silvana Abate, il consigliere regionale Pietro Molinaro, il sindaco di Corigliano Rossano, Flavio Stasi, insieme al vicesindaco Claudio Vincenzo Malavolta, e il capo sezione tecnica della locale Capitaneria di porto, Antonio Genova.

    Presenti all’incontro, anche, il segretario generale Pietro Preziosi, la responsabile del Settore Legale Simona Scarcella, il dirigente delle Aree Periferiche, Giovanni Piccolo, e la dirigente dell’Area Tecnica Carmela De Maria.

    Si conclude, così, un percorso di sinergia istituzionale locale e nazionale, avviato dall’Ente, che mantiene e rinnova l’attenzione rivolta all’infrastruttura portuale dell’alto Ionio cosentino, per

    assicurare una proficua interconnessione con il suo territorio di riferimento.

    La riunione si è conclusa con la richiesta del commissario Andrea Agostinelli, rivolta ai presenti, di presentare eventuali osservazioni scritte, per poi procedere alla stesura finale dell’adeguamento tecnico funzionale del Piano regolatore, che sarà presentato al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.