• Home / CALABRIA / Grave carenza di personale medico nel reparto di pediatria, Spoke Cetraro-Paola, Di Natale: “Situazione insostenibile e grave”

    Grave carenza di personale medico nel reparto di pediatria, Spoke Cetraro-Paola, Di Natale: “Situazione insostenibile e grave”

    “Attesa l’ennesima defezione nel servizio sanitario, registratasi nella
    provincia di Cosenza, ed in particolar modo nello Spoke Paola-Cetraro,
    con interrogazione N.160 del 08/06/2021, ho prontamente chiesto all’On.
    Presidente f.f. e alla Giunta regionale come intendono agire per
    sopperire alle gravi carenze nel reparto di pediatria relativamente
    proprio al sopracitato Spoke di Cetraro-Paola”. Lo afferma il
    Segretario-Questore dell’assemblea regionale della Calabria, On.
    Graziano Di Natale, che così prosegue: “Situazioni simili, nonostante la
    pandemia, restano ancora attuali e rappresentano lo spaccato di una
    sanità al collasso che ha bisogno di investimenti oculati soprattutto
    nel rimpolpamento del personale, e nell’implemento dei servizi da
    offrire ai pazienti. È risaputo che il riassetto della rete ospedaliera
    avvenuto negli ultimi 10 anni ha determinato la chiusura o
    l’accorpamento di numerosi reparti e dei relativi servizi generando caos
    e cattiva gestione. I decreti attualmente in vigore che regolano
    l’assistenza ospedaliera prevedono attiva presso lo Spoke Cetraro-Paola
    una UOC di Pediatria, tale da garantire assistenza
    pediatrica/neonatologica, per 24 ore, ad una popolazione di oltre
    140.000 abitanti, che nel periodo estivo aumenta in maniera
    considerevole. Una situazione insostenibile tenuto conto, inoltre, della
    mortificante chiusura del punto nascita dello Iannelli, e di una
    turnazione massacrante del personale, costretto a lavorare su orari
    disumani per limitare i danni. Mancano i medici, viene meno l’offerta
    sanitaria, e a farne le spese sono i cittadini, vessati e costretti a
    dover ricorrere a cure private o a viaggi della speranza”.
    Il Vicepresidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta,
    presente alla manifestazione di protesta promossa dalle sigle sindacali
    nei pressi del piazzale antistante l’ingresso dell’Ospedale di Cetraro,
    commenta inoltre: “Bisogna immediatamente mettere nelle giuste
    condizioni i medici del reparto di pediatria di operare in sicurezza e
    con dignità.
    In data otto giugno avevo denunciato, con una interrogazione consiliare,
    questa circostanza facilmente prevedibile ma i miei timori non hanno
    trovato riscontro nella maggioranza di governo della Regione, e nei
    vertici dell’azienda provinciale.
    La mia presenza, unitamente a quella del collega On. Giuseppe Aieta
    quest’oggi al sit-in, testimonia che su certi temi del nostro territorio
    non esistono divisioni o campanilismi. Per questa serie di ragioni,
    chiedo all’On. Presidente f.f. e alla giunta regionale di porre rimedio
    a questa situazione di emergenza e di stilare, con lungimiranza, una
    serie di azioni finalizzate al superamento di simili default che
    gravitano sulla pelle dei Calabresi”.