• Home / CITTA / Cosenza / Ospedale di Paola – Graziano Di Natale: “Attivata l’Angio Tac Coronarica”

    Ospedale di Paola – Graziano Di Natale: “Attivata l’Angio Tac Coronarica”

    “L’ospedale San Francesco di Paola quale eccellenza sanitaria nella
    prevenzione Cardiologica e nella cura dell’infarto acuto del miocardio
    potrà contare anche sull’attivazione dell’Angio Tac coronarica per i
    pazienti che avranno bisogno di un’accurata indagine computerizzata,
    tutt’altro che cruenta. Si tratta di un servizio importantissimo che
    certifica, ancora una volta, il trend positivo imboccato dal presidio
    ospedaliero paolano dove, in netto contrasto con la spoliazione subita
    negli anni passati, l’offerta dei servizi sanitari, oggigiorno, viene
    implementata nell’interesse dei cittadini”. Lo afferma il
    Segretario-Questore dell’assemblea regionale della Calabria, Graziano Di
    Natale, che prosegue: “Voglio complimentarmi con il direttore dell’unità
    cardiologica dott.ssa Maria Teresa Manes, con il direttore della
    radiologia Dott. Antonio Lopez per l’importante servizio offerto al
    territorio, e per il lavoro portato avanti negli anni con grande spirito
    di sacrificio, abnegazione e meticolosità. Sono profili altissimi sui
    quali fare affidamento.
    Infatti -sottolinea Di Natale- l’utilizzo dell’angio tac coronarica
    getta le basi per mettere la parola ‘fine’ ad una migrazione sanitaria
    dei pazienti verso altri ospedali Hub della Calabria. Sarà quindi
    possibile curarsi all’ospedale di Paola dove, anche, la Cardiologia è
    un’eccellenza vera e propria”.
    Il Vicepresidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta,
    incassato il risultato, guarda avanti: “Avendo posto basi solide sulle
    quali costruire, adesso occorre dare un seguito alla mia proposta
    sull’attivazione dell’emodinamica sul Tirreno Cosentino.
    Si tratta di un servizio che consentirà di far risparmiare diversi
    soldini pubblici altrimenti destinati alle strutture private. Una
    mozione, la mia, per la realizzazione di un laboratorio di emodinamica,
    sostenuta da sindaci, amministratori, addetti ai lavori, e da centinaia
    di Operatori sanitari, che hanno carpito la bontà di un progetto da
    attuare al più presto su un territorio che richiede a gran voce i propri
    diritti. Auspico -conclude- un proficuo coinvolgimento tra le parti. Una
    sinergia che possa produrre altri risultati importanti per l’ospedale di
    Paola e per tutto il territorio provinciale nell’ambito della sanità
    pubblica. Continuiamo a lavorare. La strada imboccata è quella giusta”.