• Home / CITTA / Cosenza / Bambini autistici, Di Natale interroga il Presidente della Regione Calabria: “Quali sono le politiche che ha intenzione di promuovere?”

    Bambini autistici, Di Natale interroga il Presidente della Regione Calabria: “Quali sono le politiche che ha intenzione di promuovere?”

    “Con interrogazione a risposta scritta nº 101 del 23.02.2021 ho chiesto
    al Presidente del Consiglio della Regione Calabria di avere, celermente,
    chiarimenti sulle misure di sostegno attuate, ed attuabili in futuro, in
    favore delle  famiglie con figli affetti da disturbi dello spettro
    autistico”. É quanto rende noto il Consigliere regionale, Graziano Di
    Natale, vicepresidente della commissione Anti ‘Ndrangheta della Regione
    Calabria, a seguito di svariati icontri con diverse famiglie calabresi
    interessate e coinvolte.
    “Le Istituzioni -prosegue Di Natale- devono garantire il pieno rispetto
    della dignità umana e dei diritti di autonomia
    della persona diversamente abile e promuovere la piena integrazione del
    disabile nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società.
    Purtroppo, mio malgrado, sebbene è  compito della Regione Calabria
    assicurare i servizi e le prestazioni per la cura, l’assistenza, la
    riabilitazione, la tutela giuridica ed economica delle persone
    diversamente abili, devo asserire con grande rammarico che una delle
    categorie di diversamente abili priva di idonea assistenza nella nostra
    Regione è rappresentata dai bambini affetti da disturbi dello spettro
    autistico”.
    Il segretario-questore dell’assemblea regionale, senza voler
    strumentalizzare una tematica così importante ma con la limpida volontà
    di sensibilizzare le istituzioni, rende noto l’appello di un genitore
    della Provincia di Cosenza: “Sono stato contattato da Giuseppe una
    carissima persona padre di un bambino meraviglioso.
    Tra mille difficoltà, anche economiche, è costretto a far svolgere le
    attività propedeutiche, come la tecnica ABA (Applied Behavioral
    Analysis), a Rossano, ad oltre 100 km di distanza, o a ricorrere a
    prestazioni a pagamento. Questa situazione mette in evidenza delle
    lacune gestionali inaccettabili che ledono la dignità altrui. Inoltre, i
    bambini con lo spettro dell’autismo sono stati pesantemente penalizzati
    dalle restrizioni in vigore durante tutta l’emergenza sanitaria. Non é
    un mistero che le famiglie con bambini autistici sono praticamente
    abbandonate a loro stesse, prive di qualsiasi supporto psicologico,
    giuridico ed economico”.
    Di Natale lancia infine un monito appellandosi al buon senso della
    giunta regionale.
    “Conscio del mio ruolo istituzionale, chiedo quali siano le politiche
    che la Giunta Regionale ha intenzione di promuovere onde assicurare
    un’adeguata assistenza psicologica, giuridica ed economica alle famiglie
    con bambini affetti da tale disturbo. Bisogna tutelare i calbresi in
    difficoltà. Dal mio canto continuerò a monitorare la situazione. Resto
    disponibile ad intavolare qualsiasi iniziativa utile a generare
    un’azione efficace e rapida”.