• Home / CITTA / Cosenza / Ferrovie della Calabria dispone misure per la messa in sicurezza dell’autostazione di Cosenza

    Ferrovie della Calabria dispone misure per la messa in sicurezza dell’autostazione di Cosenza

    L’area dell’Autostazione situata nel centro della città è stata dotata
    di un sistema di videosorveglianza la cui istallazione prevede
    l’utilizzo di 15 telecamere per consentire il controllo capillare della
    zona maggiormente interessata alla mobilità cittadina, considerati gli
    arrivi e le partenze giornalieri previsti per tutti i comuni della
    provincia ed i collegamenti regionali, nazionali e internazionali che
    transitano dall’Autostazione.

    Tale sistema di videosorveglianza – attivo h24 – potrà essere
    accessibile alle forze di polizia e pertanto, previa autorizzazione già
    richiesta e di intesa con la stessa, garantire una maggiore sicurezza
    per tutti i frequentatori della struttura.

    Il monitoraggio di videosorveglianza si è reso necessario per
    controllare l’ingresso dell’autostazione; inoltre, a questo sistema, a
    breve, si aggiungerà un ulteriore monitoraggio del traffico degli
    autoveicoli attraverso un sofisticato strumento di controllo continuo
    del flusso dei mezzi in transito, mediante un dispositivo che consente
    la lettura ed il riconoscimento delle targhe degli autoveicoli che,
    pertanto, per poter accedere, dovranno preventivamente essere
    autorizzati dalle FdC, onde poter abilitare l’apertura della sbarra
    posta in corrispondenza dell’accesso.

    Entrerà infatti in funzione l’attraversamento dell’area circoscritta dei
    mezzi che ne avranno preventivamente fatto richiesta. Attraverso la
    verifica delle targhe sarà infatti possibile mantenere il controllo
    anche degli automezzi in movimento nell’area altamente frequentata dai
    viaggiatori
    L’adozione di tutte queste misure consentirà finalmente di poter
    controllare tutti i movimenti che avvengo all’interno dell’area, con lo
    scopo di meglio rispondere alle esigenze investigative nonché alle
    attività di prevenzione delle forze dell’ordine e quindi di tutelare
    maggiormente i viaggiatori e gli utilizzatori dell’area.