• Home / CALABRIA / Coronavirus – A Cosenza sospese tutte le attività didattiche in presenza

    Coronavirus – A Cosenza sospese tutte le attività didattiche in presenza

    Il Sindaco Mario Occhiuto, come preannunciato ieri, ha emanato un’ordinanza con la quale ha disposto, in via cautelativa, per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, la sospensione delle attività didattiche in presenza per tutte le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado del territorio comunale, con decorrenza da lunedì 16 novembre e sino al 21 novembre compreso, facendo salva la didattica in presenza, con specifica organizzazione da parte dei dirigenti scolastici, per gli alunni con disabilità. Restano consentite le attività amministrative presso le sedi scolastiche, lasciando la valutazione ai Dirigenti scolastici di effettuarle in presenza o nel rispetto della normativa vigente in materia di lavoro agile (smart working).

    Nell’adottare il provvedimento di sospensione dell’attività didattica, il Sindaco Occhiuto ha tenuto conto delle interlocuzioni intercorse tra l’Amministrazione Comunale, il Dipartimento della Tutela della Salute della Regione Calabria e l’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza in ordine all’attuale situazione, determinata dall’andamento della curva epidemiologica nel territorio comunale. Per la gravità della situazione evidenziata, si è ritenuto di procedere alla sospensione dell’attività didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale e, dunque, anche per le scuole dell’infanzia, primarie e per il primo anno delle scuole secondarie di primo grado (scuola media), attualmente escluse dall’ordine di sospensione dell’attività didattica in presenza disposto dal Presidente del Consiglio dei Ministri, allo scopo di consentire all’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza lo smaltimento del processo dei tamponi in atto, lo snellimento del sovraccarico delle attività sanitarie di laboratorio, l’informativa sui relativi esiti agli interessati, nonché l’esecuzione delle attività di tracciamento. Nel contempo, è stata ravvisata la necessità di dar luogo alla sanificazione delle sedi scolastiche da parte dell’A.S.P. e/o delle Autorità scolastiche. In particolare, il Dipartimento della Tutela della Salute della Regione Calabria ha fornito rassicurazioni circa la rapidità delle operazioni necessarie, che comunque richiederanno alcuni giorni di attività. Al Sindaco Occhiuto era pervenuta una specifica richiesta del Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, nella quale si evidenziava la crescita esponenziale della curva epidemiologica con un incremento significativo di nuovi casi di infezione da Sars-Cov-2, più sensibile nell’ambito scolastico, con la necessità di effettuare screening massivi a docenti, alunni e personale ATA. Con l’ulteriore conseguenza – evidenziata nella richiesta indirizzata al Sindaco dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asp – di un sovraccarico dell’unico laboratorio della provincia di Cosenza in grado di processare i tamponi per la ricerca del Covid-19 che si traduce in un ritardo eccessivo nella trasmissione dei referti, con l’impossibilità del tracciamento dei contatti in tempi rapidi e tempestivi. Il provvedimento del Sindaco Occhiuto è stato sottoposto a valutazione preventiva in seno al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutosi ieri. Nell’ordinanza, infine, è contenuto un invito ai Dirigenti scolastici ad attivare e facilitare le attività di didattica a distanza durante il periodo di sospensione.