• Home / CITTA / Cosenza / In Calabria il mondo delle crociere riparte dal porto di Corigliano Calabro

    In Calabria il mondo delle crociere riparte dal porto di Corigliano Calabro

    In Calabria, il mondo delle crociere riparte dal porto di Corigliano Calabro, che rientra nella circoscrizione dell’Autorità portuale di Gioia Tauro, guidata dal commissario straordinario Andrea Agostinelli. Tra le mete del Gruppo Costa Crociere, lo scalo calabrese è stato inserito nel pacchetto delle destinazioniin sicurezza dei tour crocieristici,offerti dalla compagnia battente bandiera italiana,per dare inizio alla ripresa di settore dopo il periodo di restrizioni,dettate dalle misure di contenimento della diffusione del Covid-19.

    In vista di una ripartenza responsabile, il Gruppo ha scelto di riservare le crociere di settembre, esclusivamente, ad ospiti italiani, con itinerari di una settimana e con scalo solo in porti nazionali, per riscoprire, in sicurezza, il meglio dell’Italia.

    A tale proposito, nei giorni scorsi, al fine di garantire l’adozione di tutte le indicazioni definite dal Governo, si sono tenuti specifici tavoli tecnici, con l’obiettivo di pianificare i relativi protocolli sanitari,in modo da rendere operativo e sicuro lo scalo di Corigliano Calabro attraverso l’analisi dei rischi.

    La Calabria, quindi, rientra nel pacchetto delle mete italiane da visitare, che vedrà il primo arrivo della nave Costa Deliziosa il prossimo 9 settembre, a cui seguiranno, settimanalmente, altri tre appuntamenti previsti nei giorni 16, 23 e 30 settembre.

    Per i crocieristi, che hanno scelto di visitare la Calabria, le tappe saranno animate da diverse escursioni, programmate per fare conoscere le bellezze paesaggistiche e culturali della nostra regione. Tra queste, è previstala visita al Parco archeologico di Sibari, importante sito di una delle più ricche città della Magna Graecia. Si passerà, quindi, al Museo della Liquirizia “Giorgio Amarelli”, secondo museo aziendale d’Italia, che racconta i segreti dell’antica coltivazione e produzione della liquirizia risalente alSettecento. Tra le altre mete programmate, anche, un tour alla scoperta del Parco Nazionale della Sila, dove sarà possibile ammirare le bellezze ambientali dell’entroterra calabrese.