• Home / CITTA / Cosenza / A Castrovillari presentazione de Il Mito della guerra di Sybaris di Antonino Ballarati

    A Castrovillari presentazione de Il Mito della guerra di Sybaris di Antonino Ballarati

    Il 25 settembre, a partire dalle ore 18, nel salone del Circolo Cittadino di Castrovillari , con  l’apporto della Casa Editrice “Il Coscile”, verrà presentata la terza edizione del libro di  Antonino Ballarati “Il Mito  della guerra di  Sybaris”.

    L’appuntamento, caratterizzato dalle relazioni dello storico Gianluigi Trombetti e del presidente dell’ I.R.S.D.D. Leonardo Alario, prevede, moderato dal vice presidente dell’Accademia Pollineana, Pasquale Pandolfi, il saluto dell’editore, Mimmo Sancineto, e l’intervento conclusivo dell’autore frammezzati dalle letture  interpretative  di Amalia Di Mare,  vice presidente del Kiwanis.

    La riduzione narrativa, che si ripresenta al pubblico con integrazioni significative grazie alle capacità ricercatrice ed interpretativedi Ballarati, punta a soddisfare spiegazioni di avvenimenti effettivamente accaduti ed efficacemente resi.

    L’autore ricostruisce e racconta i fatti storici che hanno immediatamente preceduto la distruzione di Sibari, splendida e fiorente colonia greca. Quicuce, con meticolosità, gli avvenimenti, immaginando le situazioni e gli eventi di quel Tempo. Tutto ciò pure con l’apporto della sua formazione che lo ha reso particolarmentesensibile alleVicende di Donne e Uomini di allora.

    Sicuramente un Fattore educativo, anche per solleticare curiosità e voglia di conoscere. Il racconto è quasi a metà fra l’indaginedocumentata e il romanzo, nell’accezione più classica per rigustare la forza trascinante e tramandante del Mito.

    Certamente una propostada condividere, che Ballaratiripropone per le attenzioni già raccolte ampiamente dal libro, in seguito alla sua arguzia che sposa ancora oggi l’interesse di chi desidera tuffarsi in questeavventure indelebili e ricche di Tracce per capire raccordi e legami con quella Civiltà che ancora palpita tra Gente e Territorio, qui al Sud, memoria viva della Magna Grecia.