• Home / CITTA / Cosenza / Rende, la giunta Manna sospende la tassa di occupazione di suolo pubblico

    Rende, la giunta Manna sospende la tassa di occupazione di suolo pubblico

    Con la deliberazione di giunta di stamane, di concerto con gli assessori Iantorno e Ziccarelli, si è inteso proseguire lungo il percorso già tracciato di sostegno alle attività produttive della nostra città” così il sindaco di Rende Marcello Manna in merito alla decisione da parte della sua amministrazione di sospendere la tassa di occupazione di suolo pubblico per gli operatori commerciali.
    “Considerata la straordinaria necessità e urgenza di contenere gli effetti negativi che l’emergenza epidemiologica COVID-19 sta producendo sul tessuto socio-economiconazionale con pesanti ripercussioni a livello locale, in molti sono stati costretti a ridurre, interrompere, sospendere o, addirittura, chiudere la propria attività imprenditoriale. Con la cosiddetta Fase due si impone per noi amministratori locali, nonostante il rischio concreto di default, di sostenere la ripresa delle attività commerciali tra cui, le più penalizzate, sicuramente risultano quelle che si occupano della somministrazione di cibi e bevande” ha dichiarato il primo cittadino.
    “Per questo abbiamo inteso sospendere il pagamento della TOSAP e della TARIG per le occupazioni di spazi ed aree pubbliche che saranno autorizzate nel periodo tra il 4 maggio e il 30 ottobre 2020, fino a tale ultima data, stabilendo che le occupazioni di suolo pubblico autorizzate nel periodo tra il 4 maggio e il 30 ottobre 2020 saranno considerate, ai soli fini tributari, quali occupazioni “permanenti”, in costanza della obbligatorietà dell’adozione, da parte degli operatori economici, delle misure di distanziamento sociale previste dai provvedimenti governativi”, il sindaco conclude specificando che “occorre anticipare l’adozione e la regolamentazione della materia in oggetto di trattazione nell’ottica della riapertura delle specifiche attività economiche pur sempre in ossequio alle superiori disposizioni normative”. I richiedenti dovranno presentare istanza in bollo di “Occupazione temporanea di suolo pubblico”, secondo quanto disposto dalla delibera disponibile sull’albo pretorio del comune e consultabile online sui canali istituzionali.
    L’autorizzazione, con scadenza improrogabile al 30 ottobre 2020, verrà rilasciata previa acquisizione del parere “positivo” da parte del SUAP e del Comando di Polizia Municipale che vigilerà sul rispetto delle indicazioni in materia di restrizioni per Bar e Ristoranti previste dal COVID-19, delle norme che disciplinano il C.d.S e di quelle che disciplinano dette attività. Infine, si legge nel documento, dovrà essere adottata ogni misura di sicurezza atta a salvaguardare e garantire l’incolumità delle persone che prevede di lasciare libero uno spazio di mt 1,50 per il passaggio dei pedoni (laddove necessario) e che siano rispettate tutte le norme vigenti sulla Sicurezza Urbana (D.L. n°14/2017, convertito in Legge il 18/04/2017 n°48).