• Home / CALABRIA / Castrovillari, intitolazione a “Largo caduti sul Lavoro”

    Castrovillari, intitolazione a “Largo caduti sul Lavoro”

    L’Amministrazione comunale di Castrovillari questa mattina , con una semplice cerimonia, ha ufficializzato l’intitolazione del luogo antistante palazzo Cappelli a “Largo Caduti sul Lavoro”.
    Al momento tra cittadini, consiglieri, amministratori municipali, l’Assessore Regionale, Roberto Musmanno, e responsabili dell’Ufficio Pianificazione Territoriale del Comune, il Sindaco Domenico Lo Polito , a fianco di una rappresentanza del Comando dei Vigili con Gonfalone- emblema di un sentire comune-, ha sottolineato le ragioni per cui l’Amministrazione aveva voluto ridefinire il toponimo dello slargo (prima denominato “Cavour”), alle porte del rione Civita, affermando “l’importanza di fare memoria di quanti sono morti e rischiano sui cantieri e non solo svolgendo la propria opera”.
    “Un atto – ha aggiunto-per ridare dignità ad una nostra sofferta e storica fondamentale questione, legata al lavoro come cultura di riscatto sociale. La positiva provocazione del nuovo Nome per “il lavoro”, nel segno pure di una nostra emergenza secolare, da sempre mal posta e non sufficientemente affrontata ed accompagnata richiama, implicitamente- ha spiegato a margine della manifestazione- e sottilmente, anche le situazioni di coloro i quali non lo trovano, sono da anni precari, devono recarsi fuori regione per svolgerlo, lo perdono- anche a cinquant’anni o oltre- e quando è difficilissimo rientrare nel Mercato del Lavoro.”
    “Da qui l’idea, ponendo un segno, di dare visibilità a tali ragioni, problematiche ed istanze – rilancia il primo cittadino- per ciò che riveste un valore incommensurabile e che necessita continuamente di essere salvaguardato con regole certe al fine di divenire ancora un’occasione straordinaria di crescita personale e comunitaria nelle mani della gente, dei giovani e della classe dirigente del sud per uno sviluppo che non può fare a meno della centralità della persona attenzionata.”
    E tutto questo in un giorno particolare dove la città celebra la sua Patrona principale la Madonna del Castello.