• Home / CITTA / Cosenza / Luzzi: intitolazione scuola a Giuseppe Marchese

    Luzzi: intitolazione scuola a Giuseppe Marchese

    Luzzi – E’ ufficiale, la direzione didattica di Via Chiusa ora porta il nome dell’illustre maestro e storico Giuseppe Marchese. Questo momento importante per tutta la comunità di Luzzi è stato celebrato con una giornata dedicata interamente al Marchese. Durante la mattinata infatti si è svolto un primo momento ufficiale, in cui il sindaco Manfredo Tedesco accompagnato dal vice prefetto di Cosenza, dai dirigenti scolastici, dall’assessore alla pubblica istruzione Jessica Ciardullo ha scoperto la targa che inneggia al cittadino illustre Giuseppe Marchese. Una mattinata dedicata ai bambini di quarta e quinta elementare e prima media, mentre il pomeriggio hanno relazionato sulla vita, le opere, la politica del maestro a cui hanno partecipato massicciamente presso la sala consiliare “A. Gardi”. Si apre il seminario con un video girato nella biblioteca Marchese, responsabile del progetto è Maria Carmela Russo, docente di funzione strumentale. I ragazzi dell’ultimo anno delle scuole primarie di primo livello, hanno conosciuto la figura di Giuseppe Marchese attraverso i suoi testi, su quello che leggeva e studiava. Il merito di questo accanimento intellettuale va al dirigente scolastico Umile Montalto, grande promotore di questa iniziativa che ha trovato nell’amministrazione Tedesco un percorso privilegiato nella realizzazione, come afferma l’assessore alla pubblica istruzione Jessica Ciardullo, rivolgendo un pensiero importante all’illustre concittadino ringraziando Amelia Cappello, responsabile dell’ufficio scuola che ha coadiuvato, e sostenuto il progetto. Marchese primo archeologo di Luzzi, così lo definisce Antonio La Marca, delegato ai beni e alle attività culturali, perché attraverso il noto “Tebe Lucana, Val di Crati e l’odierna Luzzi”, nonché i numerosi studi sulla Badia della Sambucina è stato precursore nei tempi e nell’impegno. Tanti i nomi illustri che hanno inteso attraverso la loro presenza al tavolo di rappresentanza, testimoniare la grandezza di un personaggio che andava riportato alla memoria dell’intera Valle del Crati, come  l’onorevole Umile Peluso, e Giuseppe Trebisacce ordinario di storia della pedagogia all’Unical, Francesco Fusca, ispettore tecnico, dirigente Miur. Ancora una volta la città della Media Valle del Crati è protagonista di una manifestazione altamente culturale dedicando a ricordo una targa ad un figlio prediletto che ha portato lustro a Luzzi.