• Home / CITTA / Catanzaro / Scambio elettorale politico mafioso, la Dda chiede l’inasprimento della pena per Talarico

    Scambio elettorale politico mafioso, la Dda chiede l’inasprimento della pena per Talarico

    La Dda di Catanzaro ha proposto appello contro l’assoluzione del notaio Rocco Guglielmo, e ha fatto ricorso in Cassazione per chiedere che venga applicato un trattamento sanzionatorio più severo della pena inflitta all’ex assessore regionale Francesco Talarico – condannato a 5 anni in abbreviato per il reato di scambio elettorale politico-mafioso – e ad Antonino Pirrello, titolare di un’impresa di pulizie con commesse in enti pubblici, condannato a 4 anni di reclusione perché avrebbe concorso nel reato con Talarico grazie ai pacchetti di voti di cui disponeva.

    Tutti sono coinvolti nel procedimento della Dda di Catanzaro denominato “Basso profilo” incentrato sugli illeciti rapporti tra le cosche crotonesi con imprenditori di spessore ed esponenti della pubblica amministrazione collusi con le organizzazioni criminali.