• Home / CITTA / Catanzaro / Coldiretti Calabria: dal “Decreto Legge Aiuti” del Governo mutui, fotovoltaico e proroga agevolazioni gasolio contro la crisi che colpisce gli agricoltori

    Coldiretti Calabria: dal “Decreto Legge Aiuti” del Governo mutui, fotovoltaico e proroga agevolazioni gasolio contro la crisi che colpisce gli agricoltori

    “Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera fondi per 180 milioni per l’accesso delle imprese agricole alla garanzie Ismea sui mutui nel “Decreto Legge Aiuti”. Una misura importante per salvare il Made in Italy a tavola in un momento di drammatica difficoltà per il settore, a causa degli effetti della guerra e dei rincari, che risponde alle richieste contenute nel piano anticrisi presentato dalla Coldiretti”. Lo ha reso noto la Coldiretti dal Cibus di Parma, al quale stanno partecipando i Consorzi di Tutela della Calabria, diverse aziende e Organizzazioni di Produttori, dove la Coldiretti, ha aperto la mostra shock sui rincari da campi a tavola e diffuso l’indagine  “La guerra nel piatto” sugli effetti del conflitto sulla filiera agroalimentare.

    Con più di 1 azienda agricola su 10 a rischio chiusura e oltre il 40% che si trova comunque costretta in questo momento a lavorare in perdita, con la Calabria che vede una  situazione è ancora più difficile, la misura varata dal Governo Draghi – spiega Coldiretti – consente alle piccole e medie imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura che hanno registrato un incremento dei costi per energia, per carburanti o materie prime nel corso del 2022 di accedere alla garanzia diretta di Ismea con copertura al 100% per nuovi finanziamenti. Il tutto purché prevedano l’inizio del rimborso del capitale non prima di 24 mesi dalla erogazione e abbiano una durata fino a 120 mesi e un importo non superiore al 100% dell’ammontare complessivo dei costi e comunque non superiore a 35 mila euro.

    Per raggiungere l’obiettivo dell’indipendenza energetica in Paese oggi legato al gas russo è importante anche la misura prevista dal Consiglio dei Ministri – continua Coldiretti- per incrementare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili per il settore agricolo che consente alle aziende del settore di installare impianti fotovoltaici sui tetti delle proprie strutture produttive, permettendo anche di vendere l’energia prodotta. Il provvedimento si applica anche agli investimenti in corso di realizzazione inclusi quelli a valere sul Pnrr. Secondo uno studio di Coldiretti Giovani Impresa solo utilizzando i tetti di stalle, cascine, magazzini, fienili, laboratori di trasformazione e strutture agricole sarebbe possibile recuperare una superficie utile di 155 milioni di metri quadri di pannelli con la produzione di 28.400Gwh di energia solare, pari al consumo energetico complessivo annuo di una regione come il Veneto. Per far fronte al caro petrolio che incide sui bilanci delle imprese agricole è positiva – rileva Coldiretti – anche la proroga fino all’8 luglio 2022 delle aliquote agevolate sull’accisa per il gasolio e la benzina utilizzati come carburante per usi agricoli (pari rispettivamente a 22% e al 49% dell’aliquota ordinaria), ma anche l’azzeramento dell’aliquota di accisa del gas naturale usato per autotrazione.