• Home / CITTA / Catanzaro / Confapi Calabria punta sulla cultura. Nasce la rubrica: “La Voce del Libro”

    Confapi Calabria punta sulla cultura. Nasce la rubrica: “La Voce del Libro”

    Nasce una nuova iniziativa in casa Confapi Calabria. Si chiama La Voce del Libro”, rubrica di approfondimento culturale nata dalla collaborazione tra Confapi Calabria, Consulenti del lavoro della Provincia di Cosenza e Associazione Guido Carli.

    Responsabile del nuovo progetto, è Francesca Benincasa, che ha definito la “Voce del libro” come un calendario ricco di iniziative che creano una radicata sinergia, tra il mondo dell’impresa e il mondo della cultura, al fine di stimolare l’interesse per la lettura, da sempre attività che spinge verso un’apertura mentale produttiva e innovativa.

    La voce del Libro nasce con l’obiettivo di diventare luogo di confronto e di condivisione del sapere– ha dichiarato la dottoressa Benincasa con la consapevolezza che solo attraverso la lettura si riuscirà a stimolare il pensiero critico e la capacità di ragionamento, avulsi da qualsiasi forma di preconcetto e pregiudizio infondato”.

    Nel primo appuntamento della rubrica, nella giornata del 28 aprile, nella sede regionale della confederazione della piccola e media impresa, a Cosenza, è stato presentato il libro dell’avvocato Francesco Rotondi, dal titolo: “Com’è cambiato il mercato del lavoro in Italia e come cambierà”, edito da Rubbettino editore.

    L’autore, nel raccontare il suo libro, lo ha definito, un viaggio meraviglioso. “Per chi, come me, ama la propria professione e la materia che è oggetto dell’attività quotidiana poter intervistare, interloquire e confrontarsi con ex Ministri del Lavoro, per di più autori delle più importanti riforme degli ultimi trenta anni è stato come poter portare un bambino in un negozio”.

    Ad accogliere il progetto “La voce del Libro” con grande entusiasmo è stato il presidente di Confapi Calabria, Francesco Napoli, che partendo dalle considerazioni sul libro di Francesco Rotondi, ha fatto il punto sul disegno di medio e lungo periodo di cui avrebbe bisogno l’Italia per poter crescere economicamente ed in maniera sana.

    “Sono tre i presupposti fondamentali: la stabilizzazione dei corpi politici che governano le amministrazioni e di governo generale; una dirigenza che sia fondata non sulle precarietà ma sul merito e la costituzione di una comunità epistemica intorno alla Pa che sia meno dominata dall’approccio legalista”.

    Al primo appuntamento della rubrica sono intervenuti anche: Fabiola Via, presidente dell’Ordine dei Consulenti del lavoro della Provincia di Cosenza e Roberto Garritano, consulente del lavoro, il professore, Vincenzo Ferrari, Andrea Borsani, coordinatore

    Commissione Lavoro Ordine degli Avvocati e gli imprenditori Luigi Falco, presidente Giovani Imprenditori di Confapi Calabria e Giuseppe Naccarato, presidente Unimatica Confapi Calabria.