• Home / CALABRIA / Sanità, la Fials chiede un incontro a Occhiuto: “Risolvere annosa vicenda della stabilizzazione dei precari”

    Sanità, la Fials chiede un incontro a Occhiuto: “Risolvere annosa vicenda della stabilizzazione dei precari”

    Il Sindacato Autonomo Sanità FIALS, tramite il Segretario Generale Calabria Bruno Ferraro ha richiesto ai sensi del CCNL un urgente incontro al neo Commissario ad Acta Roberto Occhiuto.

    Alla base della richiesta vi è la volontà della FIALS di rendere edotto il Commissario “su alcune problematiche sanitarie che ormai di fatto rendono scadente l’offerta salutare ai cittadini.

     

    In primis – si legge in un comunicato stampa del sindacato – le problematiche relative alla proroga e/o stabilizzazione dei precari sanità annosa vicenda che tutti i governi alimentano anno per anno. Di seguito l’incapacità delle Aziende a svolgere nei tempi previsti le procedure concorsuali per i posti autorizzati.

     

    Quindi la FIALS propone l’attivazione di concorsi unici regionali. Infine ultimo ma non per ultimo la verifica sull’attivazione di tutti i posti letto e servizi previsti nei vari DCA approvati dal 2016 ad oggi”.

    La FIALS ha rammentato al neo Commissario che “la stessa ha fatto condannare l’ex commissario Cotticelli per comportamento antisindacale ( sentenza Tribunale CZ N° 6851 del 25/09/2019 ) per aver convocato solo CGIL – CISL e UIL e che, per lo stesso motivo è pendente altro ricorso presso lo stesso Tribunale nei confronti dell’ex Commissario Longo e dell’ex Facente Funzioni Spirlì.

     

    Sembra strano, per la FIALS che il Commissario Scura nominato dal PD convocava tutte le sigle mentre Centro Destra e 5 Stelle non intendono colloquiare con il Sindacato Autonomo che rappresenta la gran parte degli Operatori Sanitari.

     

    Il fenomeno pandemico ha insegnato che, solo con l’unità e la concordia si risolvono i problemi non attuando politiche di ‘conventio ad excludendum'”.