• Home / CALABRIA / Giovani Imprenditori di Confindustria al neo Governatore: ‘Ora si mantengano le promesse’

    Giovani Imprenditori di Confindustria al neo Governatore: ‘Ora si mantengano le promesse’

    “Maggiore attenzione alle competenze, puntare più sulla formazione dei giovani e investire le risorse sui professionisti preparati con esperienza e conoscenze specifiche”.
    E’ l’appello che i giovani imprenditori calabresi rivolgono al neo Governatore della Calabria, a meno di una settimana dal voto. La speranza è che l’on. Roberto Occhiuto mantenga le tante promesse fatte in campagna elettorale. Le associazioni di categoria e nello specifico Unindustria Calabria sperano in un reale cambio di passo importante che possa dare rilancio all’economia regionale:
    “Abbiamo incontrato il neo governatore in campagna elettorale diverse volte. Abbiamo anche ascoltato diversi candidati a consigliere regionale – spiega Umberto Barreca, presidente dei Giovani Imprenditori di Unindustria Reggio Calabria – Ai buoni propositi, condivisi insieme ai nostri associati, adesso devono seguire i fatti. Sappiamo che ovviamente è ancora presto ma ci aspettiamo i primi segnali già dalle prime settimane. Come ad esempio la ‘task force’ che il presidente Occhiuto nominerà in questi giorni. Attendiamo i nomi e i profili dei 15 giovani che formeranno lo staff del nuovo presidente. Ora si mantengano le promesse fatte”.
    Nel corso di un incontro con gli associati proprio l’on. Occhiuto aveva promesso la formazione di una squadra di giovani preparati a cui affidare compiti importanti in tema di rifiuti, Pnrr, turismo, sanità e tanto altro. C’è poi un ulteriore tasto fondamentale per la ripartenza, quello della sburocratizzazione.
    “Semplificare la macchina burocratica è l’altro tema necessario per favorire le imprese – continua il presidente Barreca – La burocrazia è sempre più un ostacolo per le nostre aziende ed è necessario velocizzare i tempi di risposta degli uffici pubblici”.

    Da anni gli imprenditori italiani e ancor di più quelli calabresi, chiedono dunque ai vari governi, la sburocratizzazione e il ritornello, anche in campagna elettorale, è stato ripreso dai candidati a presidente. Adesso però, in vista anche del Pnrr, tutti chiedono a gran voce che la pubblica amministrazione si modernizzi, perché le opportunità possono sfuggire.

    Intervenire al più presto e in maniera concreta.

    E’ il momento del sud.

    Ora o mai più.