• Home / CITTA / Catanzaro / Linea ferroviaria Jonica. Graziano Di Natale presenta mozione alla Regione Calabria

    Linea ferroviaria Jonica. Graziano Di Natale presenta mozione alla Regione Calabria

    “Con Mozione N.96, del 21/06/2021, ho chiesto alla Giunta Regionale
    della Calabria e al Presidente f.f. di impegnarsi per la linea
    ferroviaria Jonica valutando la fattibilità o meno dell’attivazione di
    un numero di corse adeguate e sufficienti per il collegamento di tutte
    le aree più isolate dell’hinterland con la stazione di Sibari. Il tutto
    sfruttando la linea ferroviaria Sibari-Metaponto. La mia proposta è
    stilata per porre finalmente fine alle grandi difficoltà che i cittadini
    dell’alto Ionio vivono quotidianamente”. È l’ennesima azione concreta
    del Segretario-Questore dell’assemblea regionale della Calabria,
    Graziano Di Natale. Al termine di un prezioso lavoro redatto in sinergia
    con i cittadini dell’Alto Ionio, il Consigliere regionale di
    opposizione, afferma: “Da troppo tempo i residenti fanno i conti con i
    disagi legati all’insufficienza di collegamenti con la stazione
    ferroviaria di Sibari, capolinea dell’alta velocità. La linea
    ferroviaria Sibari-Metaponto risulta essere del tutto isolata dal
    momento che non vi sono treni che consentono il collegamento con l’alta
    velocità, inoltre -sottolinea- il suddetto tratto risulta essere
    predisposto per ospitare l’alta velocità con linee elettrificate e
    stazioni in buone condizioni per l’accoglienza dei passeggeri. Risultato
    dunque quasi superfluo asserire che questa situazione, oltre a creare
    evidenti disagi ai passeggeri, preclude molte possibilità all’intero
    territorio della sibaritide. Aspetto, questo, inaccettabile”.
    Il Vicepresidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta
    rende noto di seguito: “Questa zona può essere considerata ad alta
    vocazione turistica dal momento che rappresenta il centro più importante
    della Magna Grecia. Il parco archeologico ed il Museo archeologico
    rivestono grande importanza storica così come anche le altre attrazioni
    naturali estese in tutta la piana e nell’entroterra. Pertanto, atteso
    che l’implementazione dei collegamenti ferroviari potrebbe porre fine ad
    un grave disagio ed allo stesso tempo sostenere l’offerta turistica
    della zona, sono pronto a perorare la causa, annunciando sin da subito
    il mio massimo impegno. Chiedo quindi – conclude – alla Regione Calabria
    di attivarsi immediatamente, accogliendo la mia proposta, in sinergia
    con gli organi di competenza. La Sibaritide merita rispetto. Bisogna
    investire per garantire servizi e per favorire il rilancio turistico del
    territorio. Per questa serie di ragioni sulla vicenda non sono disposto
    ad indietreggiare di un millimetro. Chiedo alla maggioranza di Governo
    uno scatto d’orgoglio quanto mai importante”.