• Home / CITTA / Catanzaro / I sindacati: “Lavoratori L.R.12/2014, si dica la verità una volta per tutte”

    I sindacati: “Lavoratori L.R.12/2014, si dica la verità una volta per tutte”

    Lo scalpore che ha destato purtroppo la nota vicenda collegata ai precari appartenenti al bacino della L.R.12/2014 fermi al palo per una precisa volontà squisitamente politica della Giunta Regionale, merita alcune riflessioni.

    Il fiume di parole speso per rassicurare a ogni piè sospinto che la soluzione individuata, che passa attraverso le determinazioni della futura riunione del Consiglio Regionale, sia il l’unica via salvifica e percorribile, ci pone tuttavia di fronte ad un interrogativo: in che cosa consiste effettivamente questa soluzione?

    Allo stato attuale, e dal punto di vista tecnico, ci sono 2 strade da percorrere per rimediare alla mancata iscrizione delle risorse necessarie nel capitolo di bilancio per la legge 12/2014 che , di conseguenza, non ha di fatto reso possibile procedere alla pubblicazione della manifestazione di interesse per dare seguito alla procedura amministrativa finalizzata alla contrattualizzazione per gli aventi diritto :1) la giunta delibera l’inserimento dell’emendamento contenente il capitolo di bilancio della legge 12 che poi sarà votato dal consiglio regionale all’interno della legge di bilancio. In questo caso sarebbe legittimo chiedersi perché allungare “il brodo” in questa maniera quando sarebbe bastato deliberare il 30 novembre u.s. direttamente in seduta di Giunta senza lungaggini di sorta. In parole povere: se la Giunta non ha inteso trattare per tempo il problema, perché dovrebbe farlo adesso? Seconda ipotesi l’emendamento inerente la L.R. 12/2014viene proposto da uno dei consiglieri e votato dal ConsiglioRegionale con inserimento nella legge di bilancio 2021. Il parere della commissione di bilancio può essere dato durante lo svolgimento del consiglio. In questo caso sarebbe opportuno condividerlo prima nella conferenza dei capigruppo. Questa ipotesidegna della migliore arte tesa all’esercizio “dello scarica barile”, si commenta da se.

    Nell’un caso o nell’altro, resta ancora in attesa di riscontro la richiesta delle OO.SS. di essere auditi sia dal Presidente Spirlì che dal Presidente Arruzzolo perché ai lavoratori si deve parlare il linguaggio della verità una volta per tutte.

    Segreteria Confederale CGIL​Segreteria Confederale CISL Segreteria Confederale UIL Luigi Veraldi​​​​Enzo Musolino​ Pasquale Barbalaco

    Segretario Generale Nidil-Cgil Segretario Generale Felsa-Cisl Segretario Regionale UIL Tem.P

    Antonio Cimino​​​Carlo Barletta​​ Luca Muzzopappa