• Home / CITTA / Catanzaro / Di Natale continua a denunciare la gestione dei Consorzi di bonifica

    Di Natale continua a denunciare la gestione dei Consorzi di bonifica

    “Esprimo la mia solidarietà, incondizionata, agli operai del Consorzio di bonifica dello Jonio Cosentino, i quali, senza stipendio da mesi, hanno deciso dignitosamente di scioperare e di protestare sul tetto della centrale idroelettrica”. È quanto afferma Graziano Di Natale (IriC), segretario-questore dell’Assemblea regionale, dopo aver appreso della manifestazione pacifica inscenata a Corigliano Rossano.
    “Trovo che sia inverosimile, per molti versi immorale, che dei padri di famiglia, siano costretti a gesti eclatanti per avere le spettanze che dovrebbero essergli riconosciute, in quanto loro diritto” – afferma il consigliere regionale che, già nelle scorse settimane, aveva “denunciato pubblicamente” la gestione dei consorzi di bonifica, definiti senza mezzi termini “Un carrozzone con un disavanzo di oltre milioni di Euro”.

    “Ho interrogato la giunta regionale (Interrogazioni N. 42, 70, 71) addirittura – prosegue Di Natale – il consorzio starebbe per effettuare ulteriori assunzioni, quando invece molti operai avanzano delle mensilità oltre alla quattordicesima. Come è possibile assumere altro personale quando non si può pagare quello che è già in organico?” Tuona il Vicepresidente della commissione regionale contro la ‘Ndrangheta, che conclude, lanciando l’ennesimo appello alla maggioranza di Palazzo Campanella “La Regione Calabria non rimanga in silenzio dinnanzi a questa emergenza, non si può restare inermi dinnanzi a chi, in maniera disperata, è costretta ad occupare un tetto, per ottenere lo stipendio che gli tocca”.