• Home / CALABRIA / Emergenza rifiuti, Tassone suona la sveglia alla Regione: “Servono azioni immediate, voltarsi dall’altra parte peggiora le cose”

    Emergenza rifiuti, Tassone suona la sveglia alla Regione: “Servono azioni immediate, voltarsi dall’altra parte peggiora le cose”

    “Di fronte all’emergenza rifiuti, esplosa in tutta la sua gravità nel corso dell’estate in ogni angolo del territorio regionale ed in particolare modo in tutte le mete turistiche, la Regione non può fare finta di nulla o addirittura voltarsi dall’altra parte – atteggiamento questo che peggiora le cose – ma deve intervenire tempestivamente con azioni mirate ed incisive”.

    Il consigliere regionale Luigi Tassone evidenzia la complessità della situazione, anche dal punto di vista della vivibilità e da quello sanitario, e chiede “un’attenzione reale e l’attuazione di soluzioni di breve e di lungo periodo per consentire ai calabresi di ritornare alla normalità”.

    Ad avviso di Tassone, “questo problema ha origini lontane, ma la Regione nei primi 7 mesi non ha dato prova di voler affrontare l’argomento di petto e, anzi, ha palesato insicurezza e confusione”. “I calabresi – aggiunge – non possono attendere: servono interventi urgenti volti a concretizzare un miglioramento imminente e serve una visione di ampio respiro necessaria per costruire un cammino che rimuova le cause delle difficoltà e dia l’avvio ad un sistema virtuoso di gestione dei rifiuti. Appare inoltre chiaro che l’ordinario non basta – rileva ancora Tassone – e che occorrono misure anche drastiche per rimettersi in carreggiata. Come consigliere regionale di minoranza – conclude – sono pronto a fare la mia parte confrontandomi e offrendo il mio contributo in termini di idee. Da ex sindaco conosco bene le conseguenze di un’emergenza di questo tipo e so che la determinazione e la puntualità nelle decisioni è indispensabile”.