• Home / CITTA / Catanzaro / Consiglio regionale: respinti dal Tar i ricorsi contro l’elezione di tre consiglieri

    Consiglio regionale: respinti dal Tar i ricorsi contro l’elezione di tre consiglieri

    I tre ricorsi presentati al Tar di Catanzaro contro l’elezione dei consiglieri Carlo Guccione, Graziano Di Natale e Luigi Tassone sono stati rigettati. Il primo proposto dalla candidata del Pd Maria Saladino non è stato accolto in quanto pur essendo prima della lista ha ottenuto un numero di voti ben inferiore a quelli ottenuti dal consigliere Guccione. Il secondo, proposto dal sindaco di Trebisacce Francesco Mundo, candidato nella lista “Io Resto in Calabria” nella circoscrizione nord, che contesta l’erronea attribuzione di 300 voti al consigliere Di Natale è stato dichiarato inammissibile perché i dichiaranti che hanno ammesso di aver assistito allo scrutinio hanno reso testimonianze identiche ”con espressioni assolutamente non circostanziate in fatto, sì da non consentirne il riscontro di attendibilità”. In più ”la loro presenza, – si legge nel dispositivo – non giustificata nello scrutinio delle sezioni in quanto tutti meri elettori, non è rinvenibile negli stralci dei verbali prodotti e molti di essi risultano residenti in luoghi di molto lontani dai Comune di Paola ed Amantea” dove si sarebbe verificata l’anomalia nei conteggi delle preferenze.

    Per il terzo ricorso depositato al Tar di Catanzaro dal candidato del centrosinistra nella circoscrizione centro Raffaele Mammoliti, primo dei non eletti della lista PD, che contesta l’elezione di Luigi Tassone è stata eccepita ”l’inammissibilità – è scritto nella sentenza – per genericità, giacché esso si basa, per sostenere l’erroneità del numero di voti attribuitigli, su dati estrapolati da Eligendo, la piattaforma comunicativa del Ministero dell’Interno priva di requisiti di ufficialità; e visto che non risulta specificato il numero esatto di voti che il ricorrente vorrebbe che gli venissero attribuiti all’esito del giudizio”.