• Home / CITTA / Catanzaro / Sostegno economico una tantum agli esercenti commerciale con sede legale nel Comune di Borgia

    Sostegno economico una tantum agli esercenti commerciale con sede legale nel Comune di Borgia

    Pubblicato l’avviso pubblico avente ad oggetto “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID‐19” relativo al sostegno economico una tantum destinato agli esercenti commerciali con sede legale nel Comune di Borgia.

    La Giunta municipale guidata dal sindaco Elisabeth Sacco, infatti, con delibera l’1 aprile scorso ha approvato la delibera n. 34 con oggetto “Esercizio provvisorio. Prelevamento dal fondo di riserva per emergenza COVID‐19 dell’importo di  10.000,00 euro (artt. 166 e 176, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267). Misure di sostegno economico per esercenti commerciali . Atto indirizzo al Responsabile del Servizio Finanziario”.

    Con la delibera di Giunta in questione sono stati stanziati 10.000 per gli esercenti commerciali che sono stati destinatari di provvedimenti presidenziali di sospensione della propria attività commerciale. Con la stessa delibera, la Giunta Sacco ha dato atto di indirizzo all’Unità Operativa Assistenza alla Popolazione di individuare la platea dei beneficiari assegnando priorità agli esercenti monoreddito con elevate spese fisse mensili. L’importo complessivo del sostegno economico una tantum sarà determinato in base al numero di domande che perverranno e saranno proporzionate in base al reddito, alle spese fisse e al numero dei componenti familiari.

    Gli esercenti commerciali, con sede legale nel Comune di Borgia e che abbiano i requisiti sopraindicati, sono quindi invitati a presentare istanza, esclusivamente tramite il modulo google all’indirizzo: https://forms.gle/aouBwj57ETv2WoFV9 entro e non oltre lunedì 4 maggio ore 14.00.

    Al fine di trasmettere la domanda per il sostegno economico una tantum, è necessario possedere un account o procedere alla registrazione con Gmail (si specifica che detto account è gratuito). I beneficiari riceveranno il sostegno economico sul c/c bancario all’indirizzo IBAN indicato con valore minino di 100 euro. Si specifica che dichiarazioni mendaci saranno oggetto di deferimento all’Autorità Giudiziaria e che dette dichiarazioni saranno oggetto di controllo da parte dell’ Amministrazione comunale.

    Nella seduta di Giunta che si è svolta questa mattina, l’Esecutivo guidato dal sindaco Sacco ha, inoltre, deliberato l’incremento del fondo a sostegno da dieci a 15 mila euro, destinando una parte delle risorse ai privati che pagano canone di locazione ai quali verrà dedicato un apposito bando di prossima pubblicazione.

    “Le misure a sostegno economico una tantum destinato agli esercenti commerciali varate vogliono essere un atto concreto e tangibile di vicinanza a quanti in questi due mesi di lockdown sono stati costretti ad abbassare le saracinesche – afferma il sindaco Sacco -. Siamo consapevoli che è solo una goccia nel mare: servono azioni forti capaci di garantire  interventi rapidi per tutto il sistema Italia nel suo complesso in grave crisi di liquidità. In queste condizioni si centuplica il rischio della penetrazione delle organizzazioni criminali, abbiamo il dovere di presentare gli esercizi commerciali in quanto luoghi di presidio essenziali per lo sviluppo e il consolidamento dell’economia del nostro Comune”.