• Home / CITTA / Catanzaro / Protciv ammette che numeri erano ancora sbagliati, il nuovo conteggio porta Reggio a 240 (-29 rispetto a ieri!!!)

    Protciv ammette che numeri erano ancora sbagliati, il nuovo conteggio porta Reggio a 240 (-29 rispetto a ieri!!!)

    In Calabria ad oggi sono stati effettuati 20.131 tamponi.

    Le persone risultate positive al Coronavirus sono 991 (+16 rispetto a ieri), quelle negative sono 19.140.

    Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

    – Catanzaro: 60 in reparto; 1 in rianimazione; 86 in isolamento domiciliare; 31 guariti; 26 deceduti

    – Cosenza: 43 in reparto; 3 in rianimazione; 274 in isolamento domiciliare; 24 guariti; 21 deceduti

    – Reggio Calabria: 32 in reparto; 3 in rianimazione; 162 in isolamento domiciliare; 28 guariti; 15 deceduti

    – Vibo Valentia: 5 in reparto; 52 in isolamento domiciliare; 8 guariti; 5 deceduti

    – Crotone: 14 in reparto; 84 in isolamento domiciliare; 8 guariti; 6 deceduti

    Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e provincie che nel tempo sono stati dimessi.

    Dei 46 positivi rilevati in data 16 aprile 36 appartengono al focolaio di Torano e si aggiungono ai 22 notificati il giorno 14 aprile. I dati che riguardano il focolaio di Torano potranno subire modifiche essendo in corso screening e verifiche effettuati in tre laboratori diversi.

    Dalla verifica in corso è risultato che i positivi “di controllo” sono stati comunicati come “primi positivi” a Reggio Calabria, pertanto in data odierna si rettifica il dato.

    Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

    I soggetti in quarantena volontaria sono 7211, così distribuiti:

    – Cosenza: 1496

    – Crotone: 1497

    – Catanzaro: 1701

    – Vibo Valentia: 470

    – Reggio Calabria: 2047

    Le persone giunte in Calabria che ad oggi si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 15145.

    Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.