• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro, Fp Cgil Area Vasta: “Gravi carenze di organico nel distretto della Corte d’Appello”

    Catanzaro, Fp Cgil Area Vasta: “Gravi carenze di organico nel distretto della Corte d’Appello”

    Presenza simbolica della FP CGIL Area Vasta all’inaugurazionedell’anno giudiziario,«Lacultura della legalità condicio sine qua non per il lavoro e il riscatto sociale della Calabria»

    L’organizzazione sindacale, che comprende le province di Catanzaro, Crotone e Vibo, denuncia «le gravi carenze di organico del distretto della Corte d’Appello»

     

    «La diffusione della cultura della legalità è la condicio sine qua non per il lavoro, lo sviluppo e il riscatto sociale della Calabria»,Questo il concetto cardine espresso, a più voci e in maniera unanime,nel corsodell’ultimo direttivo regionale dellaFunzione pubblica della CGIL Area Vasta,guidata dal segretario generale,Franco Grillo. Assise che ha visto, tra gli altri, la presenza della segretaria regionale, Alessandra Baldari e del segretario nazionale della FP CGIL, Fabrizio Rossetti.

     

    L’organizzazione sindacale, che comprende le province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, con questo mandato del direttivo,ha fatto valere la propriapresenza simbolicaall’inaugurazione dell’anno giudiziario.

    Arappresentarla, nell’aula della Corte d’Assise di Catanzaro, Sergio Rotella, coordinatore Ministeri e Giustiziae Giovanna Folino Gallo,esponente della Segreteria.«La relazione di alto profilodel presidente della Corte di Appello, Domenico Introcaso, gli interventi significatividei rappresentati del ministero della Giustizia, nonché dei magistrati e degli avvocati, ci inducono a denunciare,ancora una volta, – hanno affermato Folino Gallo e Rotellale gravi carenze di organico presenti nel distretto della Corte d’Appello di Catanzaro.Più volte la Cgil ha evidenziato che i processi si possono affrontare solo con il supporto di un adeguato numero di lavoratori. Soprattutto in un territorio dove vi è un alto tasso percentuale di criminalità organizzata. La Corte d’Appello di Catanzaro non è un distretto qualsiasi, – hanno aggiunto i due dirigenti sindacali. Ribadiamo, pertanto, che se non si provvederà a implementare, con la massima urgenza, il personale degli uffici giudiziari e del distretto (che conta 7 tribunali) si rischia di rendere vano parte dell’eccezionale lavoro d’indagine svolto dalla Procura di Catanzaro e dalle forze dell’ordine nell’inchiesta denominata da Gratteri:Rinascita Scott».

    In riferimento ai pensionamenti e alla mancanza di un turnover del personale, Sergio Rotella e Giovanna Folino Gallo, hanno inoltremesso in evidenzache«già nei prossimi giorni le scrivanie saranno vuote in tutti gli uffici, considerato che l’età media dei lavoratori è decisamente alta».

    La riflessione dei due sindacalisti si è soffermata, quindi, sulle dinamiche occupazionali.

    «Da tempo la Fp Cgil segnala ai vertici nazionali del Ministero la necessità di un grande piano occupazionale nel settore della Giustizia. In attesa che ai dipendenti a tempo indeterminato venga riconosciuto il passaggio all’area successiva, sarebbe opportuno potenziare gli uffici, attraverso lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi già espletati e procedendo alle assunzioni tramite i Centri per l’impiego. Questa organizzazione sindacale- hanno dichiarato, Folino Gallo e Rotella – esprime la propria soddisfazione per l’intervento della dirigente, Carmela Bonarrigo, che ha espresso parole di elogio nei confronti del personale giudiziario e dei tirocinanti che, in questi anni, hanno dato un contributo professionale importante».In particolare, per quanto riguarda la vertenza dei precari della giustizia, seguita dalla FP CGIL dal 2011, i due dirigenti sindacali assicurano che«saranno prese, immediatamente,iniziative incisive a tutela dei tirocinanti».