Home / CITTA / Catanzaro / Gettoni di presenza e rimborsi – Indagati consiglieri comunali di Catanzaro

Gettoni di presenza e rimborsi – Indagati consiglieri comunali di Catanzaro

Falsi verbali per intascare il gettone di presenza. È questo il quadro ipotizzato dalla Procura di Catanzaro a carico di 29 consiglieri comunali di Catanzaro, di maggioranza e opposizione, a cui questa mattina è stato notificato l’avviso di chiusura indagini direttamente nella sede comunale di palazzo De Nobili. In sostanza, secondo le ipotesi avanzate dai pm catanzaresi sulla base di falsi verbali relativi a riunioni delle commissioni consiliari, senza che i consiglieri vi abbiano effettivamente preso parte, sarebbero riusciti a intascare in modo illegittimo i gettoni di presenza.

Una modalità che avrebbe consentito agli eletti nel Consiglio comunale di Catanzaro di incassare in soli due mesi, da novembre a dicembre 2018 a titolo di gettone di presenza di quasi 22mila euro. L’avviso di conclusione indagini è stato firmato dal sostituto procuratore Pasquale Mandolfino ed è stato notificato a un totale di 34 indagati.