• Home / CALABRIA / Ruggero Pegna possibile candidato a sindaco di Lamezia. “Ho paura ma ci sto pensando”

    Ruggero Pegna possibile candidato a sindaco di Lamezia. “Ho paura ma ci sto pensando”

    di Grazia Candido (foto Aldo Antonio Fiorenza) – Da giorni si vocifera la possibile candidatura a sindaco del comune di Lamezia Terme del promoter Ruggero Pegna.
    Un fulmine a ciel sereno per il noto professionista, stimato in Calabria per gli eventi di respiro nazionale ed internazionale che, in questi anni, ha organizzato nelle province calabresi. Non cela il suo stupore e nemmeno il forte desiderio di poter fare qualcosa per la città dove è nato e cresciuto. Ma tante sono le riserve ed è lo stesso promoter a rivelarle.
    “Parlo con franchezza seppur non sia un politico, è una proposta che mi è arrivata 5 giorni fa e mi ha sorpreso, spiazzato. Una proposta rispetto alla quale mi sono posto in termini negativi. Eppure, una città difficile come Lamezia Terme che porta addosso tre scioglimenti, il cuore della Calabria ma un cuore che tutta la Regione non ha mai riconosciuto, una città di mare, come dice il mio amico Klaus Davi “siamo quasi un non luogo”, deve trovare una identità ed una sua collocazione nell’ambito di una strategia di crescita regionale. Anche l’asse stesso con Catanzaro, piuttosto che legarsi a campanilismi, dovrebbe fortificarsi ed unirsi ad idee di sviluppo di un’area metropolitana vera nel cuore della Regione. A Lamezia c’è l’aeroporto, la stazione centrale, stiamo parlando di un territorio che meriterebbe un’attenzione più particolare. Mi sono preso un po’ di tempo, ho riflettuto e la riflessione sta continuando”.
    Nelle sue parole ma, soprattutto, nel suo sguardo, c’è la voglia di provarci e la consapevolezza che “l’onestà è la miglior politica” e, anche se non sarà facile questa nuova avventura amministrativa, Ruggero lo ribadisce: “Ho posto delle condizioni e una riserva, ovviamente rispettando tutti, di poter discutere i programmi e poter apportare un contributo diverso, ricco di sostanza”.
    “Voglio conoscere bene i nominativi delle liste non perché io possa essere capace da solo di dare giudizi alle persone, a storie di uomini che vogliono dare un contributo alla città perché chi si candida merita un plauso però, quello che è accaduto a Lamezia Terme fa pensare. L’ex sindaco è il mio avvocato, uno dei miei amici di infanzia, una persona rispettabilissima, uno di quegli amici stretti e fidati che, al di là delle scelte della vita e delle strade che percorri, rimane sempre vicino a te. Però, è andato in contro ad uno scioglimento. Le riflessioni continueranno fin quando non avrò del tutto trovato la forza per convincermi”.
    Una certezza assoluta c’è in Ruggero: l’amore per il suo lavoro che, sicuramente, non si fermerà indipendentemente dalla scelta che farà.
    “Il mio lavoro è la mia vita ma credo che tra il rimorso di non aver dato una mano alla città in cui sei nato e vivi e i dubbi che ti sovrastano ci sia per forza una via d’uscita – conclude Pegna – A volte, la strada del dubbio è una strada che ti consente di assimilare, metabolizzare e perché no, di poter dare un contributo. Con tutta sincerità, mi fa molto paura questa scelta ma continuo a pensarci”.