• Home / CITTA / Catanzaro / Lamezia Terme (Cz), Mascaro torna al Comune
    scioglimento del Comune di Lamezia Terme

    Lamezia Terme (Cz), Mascaro torna al Comune

    “La determinazione e’ di andare avanti. Oggettivamente ci sono troppe tematiche che attendono una pronta risoluzione come, ad esempio, l’approvazione del Piano strutturale comunale”. Sono le parole del sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro che si è reinsediato stamane ed è rientrato nel possesso delle proprie funzioni dopo l’accoglimento da parte del Tar del Lazio, del ricorso contro il decreto di scioglimento del Consiglio comunale di Lamezia Terme emesso nel 2017 per infiltrazioni mafiose.

     

    Mascaro e’ giunto in mattinata nel piazzale antistante la sede del Palazzo comunale dove e’ stato accolto da un applauso da parte dei presenti. Smentite alcune voci che erano circolate circa le sue possibili dimissioni all’indomani del reinsediamento.

    Per il sindaco di Lamezia Terme sono tante sono le priorita’ che in questo momento attendono l’attivita’ amministrativa alla guida della citta’. Tra queste quelle relative al personale del Comune. “Bisogna fare in modo che si possano sbloccare quelle limitazioni che derivano dal Piano di riequilibrio in itinere poiche’ pensare che Lamezia Terme possa andare avanti con il numero di dirigenti e dipendenti che ci sono attualmente, senza possibilita’ di fare scorrere graduatorie, di fare assunzioni e con la mannaia di quota 100 che il primo agosto cadra’ su questo Comune, sarebbe una follia. E’ chiaro – ha aggiunto – che le difficolta’ vissute dai dipendenti partono anche dalle insufficienze del personale a garantire l’ordinario in un Comune quale e’ quello di Lamezia Terme. Lavoreremo anche su questo. Non possiamo pagare un predissesto ereditato”