• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro, presentato primo Festival del Sociale

    Catanzaro, presentato primo Festival del Sociale

    S’è tenuta stamattina, nella sala della giunta provinciale di Catanzaro, la conferenza stampa di presentazione del primo Festival del Sociale.
    Si è così svelata al pubblico, in tutti i suoi aspetti, l’attesa kermesse che il 6 dicembre p.v. farà della città di Catanzaro il centro di una manifestazione unica nel suo genere.

    Una manifestazione che, quindi, molto probabilmente, farà del capoluogo di regione una sorta di apripista in questo senso.
    Il primo Festival del Sociale è un progetto che ha come obiettivo primario la dimostrazione che le persone appartenenti alla cosiddetta “area del disagio” costituiscono, in realtà, una risorsa notevole per l’intera comunità civile e che verrà sviluppato e realizzato dalla “Life Comunication”, congiuntamente all’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Catanzaro.
    Ma non solo. Verrà finanziato parzialmente dall’ente Provincia di Catanzaro e cofinanziato dalla “Life comunication” attraverso sponsorizzazioni e – si spera – con la vendita dei biglietti del teatro “Masciari”. Vi sarà il patrocinio dell’associazione “Papaboys” e della Nazionale cabarettisti, col supporto della Consulta delle associazioni laiche della Curia di Catanzaro e del C.S.V. sempre di Catanzaro.
    Un’iniziativa che intende realizzare un evento da ripetere ogni anno, fortemente coinvolgente e partecipato, in cui tutte le realtà che operano nel sociale (persone diversamente abili, famiglie, associazioni di volontariato, enti e istituti che si occupano del sociale, ecc.) “fanno festa” insieme alla popolazione del territorio della Provincia di Catanzaro.
    All’incontro con la stampa hanno preso parte il presidente dell’Ente intermedio, Wanda Ferro, l’assessore provinciale alle Politiche Sociali, Sergio Polisicchio, il presidente del C.S.V., Caterina Salermo, il dirigente del settore cultura e politiche sociali della Provincia, Maurizio Rubino, il direttore artistico della kermesse, Domenico Gareri, e il presidente della “Life Comunication”, Simone Bertuca. ha preso anche la parola Franco Gallelli, quale referente della Consulta dei laici della Provincia di Catanzaro.

    Il Festival del sociale, come ha ricordato l’assessore Polisicchio, segue la strada già tracciata in occasione di una manifestazione che si era tenuta nelle scorse settimane, ovvero “La terza nel sociale”. <Grazie alla sensibilità del presidente Wanda Ferro – ha sottolineato Polisicchio – era nata la kermesse la “Terza nel sociale”, e ciò per diffondere le tematiche legate a questo settore. Adesso, però, si vuole volare ancora più in alto, con un progetto al quale aderiscono più componenti>.
    E le componenti attive in questa fase sono diverse: si va infatti dal mondo istituzionale, a quello del volontariato, ai laici ed ai privati.

    Domenico Gareri ha anticipato che il testimonial dell’evento sarà l’ex campione olimpico, Yuri Chechi. Proprio il “Signore degli anelli”, unitamente ai cabarettisti Battaglia e Miseferi, Gennaro Calabrese, Lallo Circosta e Andrea Perroni (giusto per citarne alcuni) sarà uno dei nomi di spicco della giornata del 6 dicembre. Senza contare, poi, la presenza di Daniele Piombi e della giornalista del TG1, Cinzia Fiorato, che condurranno, assieme allo stesso Gareri, lo spettacolo in programma la sera, sempre del 6 dicembre, al teatro “Masciari”.
     
    La prima edizione del Festival del Sociale si svilupperà così in tre momenti:

    A. “Giochi senza barriere”, ovvero dialogo con lo sport e l’attività fisica in programma, al PoliGiovino, sabato 6 dicembre (a partire dalle ore 9 sino alle 12); evento nell’evento, alle ore 12.30, sarà il triangolare di calcio di beneficenza tra Nazionale cabarettisti, Nazionale Papaboys e Rappresentativa regionale dell’Ens;

    B. “ Village del sociale” , vale a dire info point di attività e servizi socialmente utili e che sarà allestito in Piazza Prefettura nel pomeriggio di sabato 6 dicembre dalle ore 15 alle 21;

    C. “Il Festival del sociale”, che costituirà il gran finale: un momento artistico che si svolgerà nella serata di sabato 6 dicembre, a partire dalle ore 21, nella cornice del teatro “Masciari”, con la premiazione di persone ed enti che hanno mostrato nel concreto sensibilità verso il sociale . Lo spettacolo verrà condotto dal presentatore Rai, Daniele Piombi, e da Domenico Gareri, mentre madrina della serata sarà la giornalista di Rai 1, Cinzia Fiorato.

    Domenico Gareri, nel corso del suo intervento, ha sottolineato come l’handicap <non vada vissuto in maniera negativa, ma semmai con spirito positivo e propositivo. Senza contare come il Festival sarà anche un evento dal forte valore religioso>.

    Il presidente dell’Ente intermedio s’è invece soffermato sul ruolo svolto dalle varie componenti  impegnate nella realizzazione dell’evento: <E’ da lodare come il mondo del volontariato, per esempio con questa manifestazione, cerchi di attutire, per certi versi, alle mancanze della politica. E’ importante la sinergia instaurata le Istituzioni e il mondo laico>. Wanda Ferro ha poi citato alcuni passi del messaggio inviato dal presidente nazionale dell’associazione Papaboys, Daniele Venturi. Un messaggio che è stato fortemente apprezzato, riscuotendo notevoli consensi.

    “Vorrei ricordare a tutti voi – si legge nel messaggio inviato da Venturi -, ma a me per primo, che San Paolo, del quale quest’anno festeggiamo il bimillenario della nascita, parla della Carità strumento e virtù della teologia, ma anche del quotidiano vivere per salvare il mondo. Sia, quindi, la carità la vostra continua fonte di ispirazione e continuerete a rendere omaggio ai piccoli, ai poveri, ai più deboli, che talvolta sembrano essere dimenticati dalla società: il Signore li preferirà a noi, nel momento del giudizio finale, e quindi, laicamente, vi consiglio di tenerli tutti più vicino possibile, perché è con la loro parola e la loro raccomandazione che potremmo forse trovare un posticino anche noi nel Paradiso”.