• Home / CITTA / Sp7 riconsegnata alla collettività, era chiusa da tempo per una frana

    Sp7 riconsegnata alla collettività, era chiusa da tempo per una frana

    Nella serata di venerdì è stata riconsegnata alla comunità di Cirò la strada provinciale 7, alla riapertura della strada erano presenti il Presidente della Provincia Ugo Pugliese, il sindaco di Cirò Francesco Paletta,il vice presidente dell’Ente intermedio Giuseppe Dell’Aquila e il consigliere provinciale Rino Le Rose.

    La strada nel mese di novembre era stata interessata da una frana che ne aveva causato prima la riduzione della carreggiata e successivamente la chiusura al transito veicolare con conseguenze disastrose per gli abitanti di Cirò.

    E’ diventata così una priorità riuscire a strappare all’isolamento la comunità di Cirò, ed è per questo che l’amministrazione provinciale, nonostante le difficoltà economiche e le criticità che purtroppo riguardano l’intera viabilità provinciale, ha deciso di convogliare risorse ed energie su questo intervento.

    “Spesso,troppo spesso – ha dichiarato il Presidente della Provincia Ugo Pugliese -la normalità diventa straordinaria quando si deve, in un territorio vittima da troppo tempo di scelte inadeguate,garantire alle comunità le condizioni ed i servizi minimi necessari. E così oggi – prosegue Pugliese – restituire alla comunità di Cirò la strada provinciale è importante perché incide e influenza (positivamente )la quotidianità dei cittadini di Cirò. Strappare all’isolamento una comunità segna un momento importante,farlo in condivisione e sinergia con l’amministrazione comunale, conferma che stiamo tracciando il percorso giusto. Oggi Cirò e la provinciale 7,qualche giorno fa la Sp5,ma i 27 comuni della provincia devono e avranno attenzione e spazio. Ciascuna comunità – conclude il Presidente dell’Ente intermedio -è parte viva,attiva e fondante della Provincia di Crotone e per questo nessuna potrà essere trascurata e tralasciata.”

    E’ stato predisposto un piano provinciale quinquennale di interventi per la viabilità provinciale, un piano che pone quale priorità il collegamento dei comuni alle arterie principali e quindi alla statale 106 ed alla statale 107.

    Una scelta non politica, ma tecnica, dettata dalla volontà di garantire a tutte le comunità della provincia di Crotone, in un progetto reale di area vasta, di essere collegati alla città capoluogo e di accedere alle infrastrutture presenti sul territorio così da poter interagire e relazionarsi, economicamente, socialmente e culturalmente con il resto del Paese, condizione indispensabile per mettere in campo progetti e programmi di sviluppo e rilancio del territorio.