• Home / CITTA / Rossano (CS) – Evento culturale ispirato alla luna

    Rossano (CS) – Evento culturale ispirato alla luna

    Una speciale serata di poesia e musica, di suggestioni e di corrispondenze, tutte dedicate ed ispirate alle declinazioni e dimensioni alchemiche, letterarie, magiche ed esistenziali della Luna. Un evento artistico e culturale di grande qualità che di fatto ha impreziosito la complessiva proposta socio-culturale estiva 2017 in corso della Città del Codex e che è destinato a rappresentare l’avvio molto apprezzato di un format estivo originale, sicuramente da ripetere. Magari itinerante. – È stato, questo, il leit-motiv unanime che, nei giorni scorsi, insieme alla soddisfazione degli organizzatori e dei tanti partner, ha accompagnato la riuscita dell’evento ospitato allo ZEFIRO CLUB in Contrada FORESTA a Rossano per festeggiare il ventennale di un’attività turistica che sin dagli albori, complice anche la qualità e la forza evocativa del paesaggio incontaminato in cui la struttura si è sviluppata, ha voluto e saputo distinguersi, anche da un punto di vista della responsabilità e della sostenibilità ambientale, nel panorama dei lidi estivi della costa.

    I primi 20 anni dello ZEFIRO ed i 180 anni dalla morte di Giacomo LEOPARDI. La combinazione di ricorrenze è stata omaggiata tra letture e momenti musicali. Grazie alla direzione artistica del Professore Gennaro MERCOGLIANO, gli ospiti della storica struttura balneare hanno ascoltato le letture dell’attore Anio PROVENZANO, accompagnate dalle musiche di Paolo LUCIANI al pianoforte, di Nicola DANIELE al mandolino e alla chitarra nonché voce di Noemi LUCIANI. – A fare da sfondo all’evento, organizzato in partnership con CELESTINO Tessuti, LUNA ROSSA, LAPIETRA Costruzioni, ECOROSS, Fratelli CETERA ed ECO-NATURA, un allestimento altamente evocativo, impreziosito dalla partecipazione dei numerosi ospiti, tra i quali il vicesindaco ed assessore al turismo Aldo ZAGARESE, tutti in bianco come da dress code.

    Mille e cinquecento anni fa uno spicchio di luna fa capolino nell’orto del Getsemani. Anche il sublime Maestro del Codex volle incastonare l’imminente tragedia del Cristo in una concitata notte lunare, dimidiata tra la porpora e l’oro. – Così ha esordito MERCOGLIANO nella sua breve presentazione che è seguita alla interpretazione piano solo dello standard jazz Moonlight Serenade del pianista Paolo LUCIANI. – Dai vibranti canti leopardiani come Il canto notturno di un pastore errante dell’Asia e Il tramonto della luna ai brani tratti dal celebre repertorio napoletano, Na voce, na chitarra e ‘o poc ‘e luna; passando dall’Ode alla luna del mare, tratta dai componimenti meno noti di Pablo NERUDA; fino al repertorio musicale più moderno rappresentato dalle note di Fly me to the moon. – Musiche e letture dedicate alla luna hanno letteralmente stregato i presenti. – Centrale e magnetica la lettura dell’ODE ALLA LUNA DEL MARE, tratta dai componimenti meno noti di Pablo NERUDA, ad osannare la grandezza del satellite ammirato dal mare.

    Una serata davvero speciale, volata via come un soffio di vento, spinta dalla voce penetrante di Noemi LUCIANI, su brani molto noti come Blue Moon e Senza fine, riarrangiati per l’occasione dalla maestria degli esecutori, fino all’ensemble di chiusura di Fly me to the moon, un volo ideale sulla luna che ha assistito lieta e presente per tutto il corso dell’evento. Nel ricordo del celebre sogno lunare di Paul CLEE, nella sua veste di direttore artistico MERCOGLIANO ha descritto l’alternarsi delle melodie immortali al canto di Partenope ed ai versi di LEOPARDI, NERUDA e SAFFO, definendo la serata un approccio polinnico a una fruizione artistica di segno elevato. – Quel satellite era sempre stato un prezioso alleato del genere umano. La sua luce era un regalo caduto dal cielo. Prima del fuoco, degli attrezzi, del linguaggio, la luna rischiarava il buio del mondo e calmava la paura degli uomini. Le sue fasi avevano insegnato agli umani il concetto di tempo. Così, con la citazione del pensiero sulla luna del Premio Nobel Haruki MURAKAMI si è conclusa tra gli applausi una serata che ha emozionato tutti.