• Home / CITTA / A Rossano la prima festa dei sapori e delle tradizioni

    A Rossano la prima festa dei sapori e delle tradizioni

    Festa dei Sapori e delle Tradizioni, nel Centro storico di Rossano la prima rassegna enogastronomica interamente dedicata ai prodotti a Km0, alle eccellenze agroalimentari e alla cucina tipica calabrese e meridionale. Una vera e propria celebrazione del Sud. Giovedì 3 Agosto le vie della Città del Codex si trasformeranno in una grande taverna dove chef e massaie prepareranno, nel rispetto delle più autentiche ricette della gastronomia locale, i piatti della memoria. A fare da cornice a questa atmosfera magica, conviviale e di festa, le musiche e i ritmi folkpopolari della pizzica e della tarantella.

    L’iniziativa, in programma a partire dalle Ore 21.00 nell’area compresa tra Piazza Santi Anargiri e Piazza Steri, nel cuore della Città alta, è promossa dall’Amministrazione comunale di Rossano – Assessorato al Turismo e spettacolo, diretto dal vicensindaco Aldo Zagarese, in collaborazione con l’Officina delle Idee e la partecipazione straordinaria dello chef Enzo Barbieri che coordinerà i diversi stand culinari.

    Con questa prima edizione della Festa dei Sapori e delle Tradizioni – dice Zagarese – vogliamo inaugurare e promuovere a Rossano il concept dello street food, un metodo, un servizio, un’offerta, una tendenza vincente sempre in più voga nelle principali capitali del turismo del Sud Italia, da Amalfi a Gallipoli passando per Siracusa, e che, attraverso questa iniziativa, cercheremo di trasmettere anche ai nostri esercenti. Siamo consapevoli, infatti, – aggiunge il Vicesindaco – delle enormi potenzialità insite nei nostri prodotti tipici ed agroalimentari ed il punto di forza che si racchiude nella loro unicità. Infatti, molti prodotti di uso comune nelle cucine e sulle tavole delle nostre case, quasi scontati al nostro palato, sono frontiere inesplorate per i turisti che, in modo più o meno consapevole, si muovono sulle rotte del meridione utilizzando soprattutto l’olfatto ed il palato. Con l’evento di giovedì sdoganiamo di fatto l’idea della cantina, che rimane comunque un punto fermo delle nostre usanze, e apriamo gli orizzonti verso la nuova offerta del cibo da strada che va di pari passo con la tradizione delle cosiddette Conserve, ancora forte nel nostro territorio e – conclude Zagarese – potenziale asse trainante per nuove offerte turistiche.

    Saranno, dunque, le prelibatezze della cucina tipica e i prodotti autoctoni a km0 i protagonisti della prima Festa dei Sapori e delle Tradizioni. Da Piazza Santi Anargiri a Piazza Steri lungo corso Garibaldi si aprirà una corposa mostra di quaranta stand enogastronomici e agroalimentari, ognuno affiancato da una cucina da strada nella quale saranno preparati, al momento, succulenti piatti tipici con la direzione magistrale dello chef Enzo Barbieri che delizierà i presenti con le sue rinomate creature gastronomiche.