• Home / CITTA / Reggio – Università Mediterranea registra successi e amplia l’offerta formativa
    foto Università

    Reggio – Università Mediterranea registra successi e amplia l’offerta formativa

    di Grazia Candido – Presentata questa mattina presso la Residenza universitaria di via Roma, l’offerta formativa per il prossimo anno accademico dell’Università “Mediterranea”. Tutti i dettagli sullo stato dell’Ateneo, le iscrizioni ai corsi di laurea a numero chiuso di Architettura e il riconoscimento del DIGIEC (Giurisprudenza ed Economia) quale Dipartimento di Eccellenza da parte del MIUR, sono stati ampiamente illustrati dal rettore Pasquale Catanoso, dal pro rettore Santo Marcello Zimbone e dal direttore generale Ottavio Amaro alla presenza dei direttori dei sei Dipartimenti. L’offerta formativa per l’anno accademico 2017/2018 si articola in 19 corsi di studio e master di I e II livello relativi alle aree tecnico-scientifiche di Agraria, Architettura, Ingegneria, Giurisprudenza ed Economia.
    “Oggi tiriamo le somme su tutto quello fatto nell’ultimo anno – esordisce il rettore Catanoso – E’ stato un anno pieno di soddisfazioni per una serie di ragioni: la prima è un riconoscimento da parte dell’Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) che ha approvato il corso di Laurea Magistrale in Economia senza alcuna osservazione e dichiarando così, il Dipartimento di Economia e Giurisprudenza un dipartimento di eccellenza. Un riconoscimento che rende giustizia alle classifiche imprecise e poco probabili che vengono divulgate e portano tanta confusione. Il dipartimento d’eccellenza viene fuori dopo un’attenta analisi dell’organismo di valutazione Anvur che comporta anche un finanziamento significativo di quasi un milione e mezzo di euro. Quindi, non è una classifica giornalistica ma una classifica fatta sul valore scientifico dei colleghi”.
    Il rettore ci tiene a precisare anche che “accanto al Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia, hanno avuto un ottimo riscontro le altre facoltà capaci di offrire agli studenti una formazione pluridisciplinare con i vari corsi di laurea”.
    “Questo è il primo riconoscimento significativo che rende giustizia all’Università Mediterranea – continua soddisfatto Catanoso ricordando alcune iniziative svolte, circa 200 dal Pau e dagli altri dipartimenti per aprire l’università alla città – La nostra è sicuramente una piccola facoltà ma è in grado di tener testa alle altre università italiane. Giurisprudenza ed Economia è la settima facoltà in Italia, una garanzia per gli studenti che si iscrivono”.
    Ma il lavoro del gruppo docenti della “Mediterranea” non finisce qui e a ribadirlo è lo stesso Rettore che, dopo aver annunciato il conferimento della laurea honoris causa in Giurisprudenza al cardinale Gianfranco Ravasi il prossimo 7 Settembre, anticipa tra le varie mission per il nuovo anno “la diffusione della cultura sul territorio ed incrementare l’offerta formativa dando così la possibilità ai nostri laureati di primo livello di proseguire gli studi senza spostarsi in altre sedi. Speriamo di essere un punto di riferimento importante per la città – conclude Catanoso – Di sicuro, c’è una bella collaborazione tra l’Università e gli altri Enti istituzionali con i quali abbiamo rapporti quotidiani. Un rapporto che sta portando tanti frutti ed importanti percorsi di crescita”.
    Come quello del Corso di Laurea in Economia che per il professore Massimiliano Ferrara “va a colmare un gap formativo presentando tematiche esistenti nell’agenda politica non solo nazionale ed internazionale, ma anche collegate al nostro territorio. Siamo stati bravi ad intercettare questa esigenza”.