• Home / CITTA / Cittanova (Rc) – Il Consiglio Direttivo BCC Young incontra i Commissari di Banca Italia

    Cittanova (Rc) – Il Consiglio Direttivo BCC Young incontra i Commissari di Banca Italia

    Il Consiglio Direttivo BCC Young, in qualità di organo rappresentativo dell’Associazione dei Giovani Soci della Banca di Credito Cooperativo di Cittanova, nei giorni scorsi, a seguito di formale richiesta protocollata presso la segreteria dell’Istituto di via Campanella, ha incontrato i Commissari di Banca d’Italia insediatisi dopo lo scioglimento degli organi sociali e l’avvio della gestione in amministrazione straordinaria.
    Tale incontro, auspicato dall’assemblea dei Giovani Soci, è servito ad approfondire i temi che in questa fase stanno caratterizzando la conduzione della BCC cittanovese, oltre a quelli riguardanti il suo futuro.
    In questo senso, i Commissari di Banca d’Italia hanno illustrato le criticità riscontrate e, successivamente, il percorso che dovrà accompagnare la BCC fuori dalla parentesi commissariale.
    «Abbiamo apprezzato la disponibilità e la schiettezza dei sig.ri Commissari – ha affermato la Presidente della BCC Young avv. Emanuela Russo – così come abbiamo giudicato positivamente molti dei contenuti da loro espressi durante l’incontro. Dal ridimensionamento delle notizie apparse sulla stampa nelle scorse settimane all’intenzione di volere chiudere questa fase in tempi ragionevoli, nel pieno rispetto del compito affidato da Banca d’Italia e degli obiettivi da essa prefissati. Ma se da una parte l’esito del confronto ci ha soddisfatti – ha puntualizzato la Presidente – dall’altra la BCC Young ritiene di dover continuare a tenere alta l’attenzione, unitamente a tutti i soci, sulle sorti di un Istituto di Credito che rappresenta, da quasi un secolo, un polmone finanziario, occupazionale e socio-culturale per il territorio della provincia reggina. Non sfuggono a nessuno le preoccupazioni di clienti e correntisti – categorie a cui anche noi apparteniamo – così come quelle del tessuto economico- produttivo del comprensorio. Preoccupazioni che rischiano di indebolire l’operatività della Banca incidendo, a cascata, sulla produttività e sui livelli occupazionali. Ben vengano, in questo senso, tutte le iniziative di livello locale e nazionale finalizzate alla salvaguardia dell’Istituto di Credito cittanovese. L’auspicio, espresso personalmente anche ai Commissari di Banca d’ Italia – ha concluso Russo – è che questa fase possa terminare positivamente e al più presto, consentendo un ritorno alla gestione ordinaria che darebbe nuovo slancio alle potenzialità importanti della BCC di Cittanova e al suo territorio di appartenenza».