• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – Riunione tecnico-operativa con le Forze dell’ordine al fine di prevenire il propagarsi di incendi all’interno del Parco

    Catanzaro – Riunione tecnico-operativa con le Forze dell’ordine al fine di prevenire il propagarsi di incendi all’interno del Parco

    Una riunione tecnico-operativa per
    coordinare la presenza delle istituzioni e delle Forze dell’ordine al
    fine di prevenire il propagarsi di incendi all’interno del Parco della
    Biodiversità Mediterranea e nel Parco ippico “Valle dei Mulini”,
    patrimonio ambientale e naturale che appartiene non solo a Catanzaro, ma
    all’intera regione.
    Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, in contatto
    diretto con sua eccellenza il prefetto Luisa Latella, questa mattina ha
    coordinato i lavori della riunione a cui hanno partecipato il capitano
    Antonio Piccioni, il colonnello Salvatore Spanò e l’appuntato scelto
    Alessandro Strippoli per il Comando Provinciale dei Carabinieri di
    Catanzaro, il dirigente provinciale competente per il Parco Rosetta
    Alberto, il dirigente del settore Patrimonio, Pantaleone Narciso e del
    settore Ragioneria, Pino Canino.
    Dopo l’imponente incendio di martedì scorso, infatti, quando le fiamme
    si sono propagate da tre diversi focolai dalla parte sud della
    vegetazione che costeggia la “Valle dei Mulini”, l’Amministrazione
    provinciale di Catanzaro punta ad una efficiente opera di prevenzione
    per scongiurare il ripetersi di drammatici momenti di pericolo e
    tensione vissuti, quando il peggio è stato evitato grazie al tempestivo
    e prezioso intervento del Comando dei vigili del fuoco di Catanzaro, ma
    anche degli uomini del Corpo Forestale dello Stato e Protezione civile,
    degli operatori dell’azienda “Calabria Verde”, e delle maestranze
    dell’amministrazione provinciale. Il presidente Bruno ha colto
    l’occasione per ringraziare quanti si sono impegnati nelle operazioni di
    spegnimento e bonifica dell’incendio.
    L’impegno e la sinergica collaborazione di tutte forze dell’ordine,
    delle squadre di operai e volontari del settore in campo, hanno
    consentito di limitare in maniera consistente i danni alla Valle dei
    Mulini e alla struttura principale del Parco della Biodiversità. Il
    presidente Bruno, i dirigenti, e i rappresentanti delle forze
    dell’ordine hanno condiviso la necessità di predisporre un articolato
    piano di prevenzione e vigilanza che possa consentire di monitorare 24
    su 24 la situazione all’interno delle aree più a rischio ed intervenire
    prontamente in caso di altri incendi.
    A sostegno di questa attività di controllo e vigilanza l’Ente intermedio
    si è già mobilitato per potenziare il sistema di video sorveglianza
    satellitare al fine di svolgere attività di controllo (sistema che
    tornerà molto utile per prevenire e combattere anche atti di vandalismo
    e furto che non hanno risparmiato il Parco della Biodiversità e il Parco
    Ippico). Nei prossimi giorni sarà emanata una dettagliata ordinanza
    finalizzata a predisporre azioni di prevenzione e monitoraggio
    coordinate con le forze dell’ordine.
    “Il fatto che l’incendio propagato nei giorni scorso sia presumibilmente
    doloso ci indigna ancora una volta per la mancanza di rispetto
    dimostrata nei confronti del Parco e di chi lo ama e lo frequenta – ha
    affermato il presidente Bruno-. Ribadiamo che serve la collaborazione di
    tutti per preservare questa struttura che non solo è un fiore
    all’occhiello di questa amministrazione, che con tanti sforzi economici
    stiamo, ma è un bene collettivo prezioso per elevare la qualità della
    vita di quanti lo frequentano quotidianamente”.
    I particolari delle misure di prevenzione e sicurezza antincendio
    assunte nella riunione odierna saranno rese note nelle prossime ore, nel
    corso di una conferenza stampa.