• Home / CITTA / L’Università eCampus promuove la formazione in carcere

    L’Università eCampus promuove la formazione in carcere

    Il giorno venerdì 9 giugno 2017 dalle 16 alle 20, si terrà presso la sala-teatro della Casa Circondariale del Carcere di Barcellona Pozzo di Gotto (ME), via Vittorio Madia 31, l’evento ispirato al libro Un germoglio tra le sbarre. Dal disagio personale al disagio sociale, tra carcere e libertà a cura di Angelica Artemisia Pedatella e Paolo Paparella, Pioda Imaging (Roma, 2016).

    Il carcere si trasforma in un luogo di formazione professionale congiunta per chi vi lavora e per chi vi accede dall’esterno per conoscerlo e capirlo. È infatti previsto accreditamento da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, sezione di Barcellona P.G., nonché l’inserimento dell’evento nel percorso di formazione previsto per la Polizia Penitenziaria in servizio presso l’istituto barcellonese.

    Il carcere non è solo luogo di punizione, di sofferenza e riabilitazione per chi ha commesso un errore, ma luogo aperto anche per i cittadini, per discutere, confrontarsi, imparare! L’ innovazione, che porta la firma congiunta degli autori del volume Angelica Artemisia Pedatella e Paolo Paparella, del direttore del carcere Dr. Nunziante Rosania, del presidente dell’ass. cult. Teseo, Dr. Attilio Andriolo, del centro di ricerca CRAD e Università telematica E-Campus, nasce dalla necessità di trasformare le storie vere raccolte nel libro in occasione di rinnovamento culturale, con un convegno sui temi della legalità, dei diritti dell’uomo, del diritto alla formazione, della libertà e dello stato dell’arte in tema di esecuzione penale in Sicilia e non solo (questi alcuni dei temi trattati dai relatori). Lo sforzo di effettivo rinnovamento del mondo della giustizia attualmente in corso (si sono di recente conclusi gli Stati Generali dell’esecuzione penale) apre l’istituzione carceraria ai cittadini onde ridisegnare insieme il profilo di una società che vuole con determinazione cercare nuove soluzioni alle tante criticità che affliggono da anni la realtà italiana e le sue complesse articolazioni. Il convegno vedrà protagoniste personalità di rilievo del mondo della giustizia siciliano: Dr. Nicola Mazzamuto, Presidente Tribunale Sorveglianza Messina; Dr. Emanuele Crescenti, Procuratore Capo Tribunale Barcellona P.G.; Prof. Giovanni Fiandaca, Garante per i detenuti Reg. Sicilia; Prof. Mario Bolognari, Antropologo, Direttore Dip. Civiltà Antiche e Moderne Univ. Messina; Avv. Antonio Centorrino, Penalista, Presidente ASS.Pe. 93 – Camera Minorile; Avv. Giuseppe Calabrò, Penalista, Direttore della Formazione Camera Penale Barcellona P.G.; Dr. Gaetano Giunta, Segretario Fondazione di Comunità Messina; Prof. Roberto Russo, presidente CRAD. Moderatore dell’evento sarà il Dr. Nuccio Anselmo, Redattore Capo Gazzetta del Sud. Ad accompagnare l’evento, le suggestive letture tratte dal volume e lette dai detenuti. Il volume stesso racconta le sorprendenti esperienze di vita intrecciate tra il mondo fuori dal carcere e quello dentro, con una conclusione sorprendete, commovente, senza precedenti.

    Per informazioni e adesioni contattare l’Università eCampus, 0965-895224  – segreteria.reggiocalabria@uniecampus.it