• Home / CITTA / Rosarno (RC): Poste Italiane presenta il murale dell’ufficio postale di piazza Valarioti
    Rosarno (RC): Poste Italiane presenta il murale dell’ufficio postale di piazza Valarioti

    Rosarno (RC): Poste Italiane presenta il murale dell’ufficio postale di piazza Valarioti

    Poste Italiane ha presentato oggi a Rosarno il murale dell’ufficio postale di Piazza Valarioti. La cerimonia di inaugurazione è stata presieduta dal Sindaco Giuseppe Idà, dal vice sindaco della Città Metropolitana Riccardo Mauro, insieme ai rappresentanti di Poste Italiane Pasquale Marchese, responsabile Mercato Privati, Roberto Minicuci, responsabile Area Sud e Pasquale Ragozzino direttore Filiale Reggio Calabria. Presenti anche i rappresentanti delle istituzioni civili e militari della provincia.

    Una piazza e un ufficio postale, due luoghi simbolo della vita di una comunità. Sulla facciata dell’ufficio postale, quasi ad amplificare i valori di scambio e di incontro, il murale che viene restituito da Poste Italiane ai suoi colori, per ricordare, in un’Italia che cambia sempre più velocemente, ciò che invece non può essere sbiadito dal tempo. L’immagine, infatti, omaggia il celebre affresco di Pelizza da Volpedo “Il Quarto Stato”, che immortala, in un momento evocativo, le riflessioni, le lotte e le conquiste del nostro vivere civile.

    Un lavoro, quello di restauro, affidato al professor Antony Cerutti, giovane artista piemontese proveniente dall’Accademia di Belle Arti di Brera e attualmente restauratore presso i Musei Vaticani.
    “L’elemento di maggiore importanza di questo murale – ha dichiarato Cerutti – è sicuramente il sentimento, l’affetto che la popolazione di Rosarno ha verso di esso, il sentirsi partecipe dell’opera stessa, dove il popolo viene raffigurato e l’immagine raffigura il popolo, legati in un’incontestabile spiritualità emotiva”.

    Piazza Valarioti a Rosarno ha sempre rappresentato un luogo di vita democratica, testimone nel tempo di confronti politici e di momenti significativi per tutta la comunità. Un progetto, dunque, che non vuole essere soltanto un semplice lavoro di restauro ma un contributo per rendere confortevole e stimolante il posto di ritrovo nella quotidianità.

    “L’iniziativa – ha dichiarato il responsabile Area Sud Roberto Minicuci – testimonia la vicinanza di Poste Italiane ai cittadini e al territorio, il suo impegno all’insegna della responsabilità sociale e il suo contributo allo sviluppo e alla modernizzazione del Paese, con servizi innovativi che rendono la vita quotidiana più semplice”.

    Il vicesindaco della città Metropolitana, Riccardo Mauro, ha sottolineato l’importanza della collaborazione di Poste Italiane con gli Enti Locali per lo sviluppo del territorio e delle sue comunità, concetto ripreso dal Sindaco Idà che, oltre ad esprimere apprezzamento per l’iniziativa, ha auspicato “nuove e ulteriori forme di collaborazione per offrire alla città di Rosarno servizi innovativi che possano soddisfare le esigenze dei cittadini”.

    L’ufficio postale, costante punto di riferimento per i cittadini, ieri per i servizi tradizionali, la corrispondenza e il risparmio, oggi con uno sguardo rivolto al futuro e all’innovazione, sta accompagnando il passaggio nell’economia digitale.

    “L’opera – ha dichiarato il direttore della Filiale di Reggio Calabria Ragozzino – ha l’obiettivo di rendere ancora più accogliente un luogo di aggregazione della comunità e la sua realizzazione si coniuga con i valori di prossimità e inclusione che ispirano l’azione dell’Azienda”.

    L’evento ha coinvolto la cittadinanza di Rosarno che ha potuto assistere al concerto dell’Orchestra di Fiati del Liceo Musicale di Cinquefrondi diretto dal Maestro Cettina Nicolosi. A ricordo della giornata è stato predisposto anche uno speciale annullo filatelico.