• Home / CITTA / Marrelli Hospital: Parte ufficialmente la convenzione col Fatebenefratelli

    Marrelli Hospital: Parte ufficialmente la convenzione col Fatebenefratelli

    E’ ufficiale, dal 15 Giugno 2017 partirà la fase operativa della convenzione tra il Marrelli Hospital e il Fatebenefratelli di Roma. Oggi, infatti, è stata ufficializzata la notizia , giunta proprio dalla capitale, dove i vertici del Gruppo Marrelli hanno stabilito gli ultimi dettagli per poter avviare la convenzione, in realtà, già siglata lo scorso 29 aprile durante l’iniziativa che si è svolta nell’Aula Magna del Centro Studi Alkmeon dal titolo “Porte Aperte. Nuove intese per la sanità regionale”.
    Non dovranno essere più, quindi, i pazienti a spostarsi dalla Calabria, perché saranno proprio i professionisti, i medici ed i chirurghi ad operare nella struttura crotonese.
    “Oggi siamo passati dalla forma alla sostanza – ha affermato il medico/imprenditore Massimo Marrelli – dal 15 giugno avremo questi professionisti a disposizione di tutti i pazienti. Avere la possibilità di interagire con professionisti altamente competenti è una sicurezza per noi, ma soprattutto per chi si rivolge presso la nostra struttura che da oggi può finalmente curarsi in casa propria. Anche se manca ancora di fatto quella firma al decreto che serve ad autorizzare ufficialmente il nostro Centro di Radioterapia, per mettere in atto un programma che non solo andrebbe ad elevare i livelli qualitativi del sistema sanitario calabrese, ma fornirebbe soprattutto un servizio essenziale al nostro territorio, insieme alla chirurgia ginecologica che insieme al Prof. Giovanni Scambia, del Policlinico Gemelli stiamo cercando di portare avanti”.
    Una pagina che è stata scritta anche grazie alla preziosa collaborazione e alla fiducia di Fra’ Pietro e Fra’ Gerardo D’Auria che insieme all’avvocato Giovanni Vrenna, direttore affari generali e al Prof. Piercarlo Gentile, Direttore Medico del Centro di Radioterapia ad alta specializzazione UPMC San Pietro Fatebenefratelli, entrambi crotonesi, hanno creduto e sostenuto sin dall’inizio il sogno del medico/imprenditore, Massimo Marrelli: creare una struttura sanitaria capace di poter offrire le migliori cure a tutti i calabresi, e non solo.
    “Di mio c’è davvero poco – ha concluso infine il Prof. Pier Carlo Gentile – perché di fatto c’è solo la volontà di dare un contributo al territorio, in cui sono nato, sdoganarlo da un’aurea sfortunata, grigio/nera che incombe su Crotone, dove sembra che nulla possa veramente realizzarsi. Devo dire che oggi ho visto la vera volontà di un medico/imprenditore che vuole realizzare questo suo sogno, perché praticamente ha dato dal punto di vista economico carta bianca per poter rendere sostenibile questo progetto e credo questo gli faccia davvero onore. Spesso gli imprenditori privati, puntano direttamente alla realizzazione dei propri fabbisogni economici, in questo caso, posso affermare che di fabbisogni economici il Dottore Marrelli ne realizzerà pochi, ma da buon calabrese e crotonese realizzerà il suo sogno: quello di rendere questo polo un fiore all’occhiello, una punta di eccellenza sul territorio creando un indotto che servirà a tutta la popolazione”.