• Home / CITTA / Locride – Focus ‘ndrangheta: 14 denunce
    'Ndrangheta, confiscati beni a Rocco Carbone

    Locride – Focus ‘ndrangheta: 14 denunce

    Nel corso dell’ultima settimana sono state incrementate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri del Gruppo di Locri, attraverso le Compagnie di Bianco, Locri e Roccella Jonica, come stabilito in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e previsto dall’ormai già collaudato piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “focus ‘ndrangheta” coordinato dalla Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele Di Bari.

    Numerose pattuglie dell’Arma dei Carabinieri  sono state impiegate in una mirata strategia operativa di aggressione ai sodalizi mafiosi, al fine di contrastare la recrudescenza della fenomenologia criminale. I Carabinieri hanno eseguito controlli e perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di pregiudicati anche inseriti nelle locali cosche di ‘ndrangheta.

    Nello specifico, il consuntivo dell’attività svolta in punti nevralgici della locride in delicate fasce orarie oggetto dell’incremento degli episodi criminali, anche secondo un attento monitoraggio georeferenziale, ha visto il controllo di 180 persone e di 113 veicoli, nonché l’effettuazione di diversi posti di blocco.

    Nell’ambito di tali servizi:

    – i Carabinieri della Stazione di Platì hanno denunciato un 29enne del posto per violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale di P.S.. Lo stesso è stato notato in compagnia di soggetti pregiudicati del posto, violando così le prescrizione della misura di prevenzione a cui era sottoposto;

    – i Carabinieri di della Stazione di Siderno hanno denunciato per truffa in concorso, un 49enne e un 22enne, entrambi residenti in provincia di Ferrara. Gli stessi, avvalendosi di un noto sito internet per la compravendita di beni e servizi, avrebbero venduto un carrello per il trasporto su strada di imbarcazioni del valore di oltre 600,00 euro, che non avrebbero mai consegnato all’acquirente;

    – i Carabinieri della Stazione di Careri hanno denunciato un 30enne e un 24enne, entrambi di Benestare, per furto aggravato di energia elettrica. Gli stessi avrebbero manomesso il contatore delle proprie abitazione al fine di eludere i reali consumi di energia elettrica;

    – i Carabinieri del N.O.RM. – Aliquota Radiomobile della Compagna di Locri hanno denunciato un 25enne di Santa Eufemia d’Aspromonte per guida in stato di ebbrezza. Lo stesso è stato sorpreso alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge;

    – i Carabinieri della Stazione di Agnana Calabra hanno denunciato un 49enne del posto per sottrazione o danneggiamenti di cose sottoposte a sequestro. Lo stesso avrebbe alienato un’autovettura sottoposta a sequestro di cui ne era il custode;

    – i Carabinieri della Stazione di Riace hanno denunciato 7 immigrati extracomunitari, di età compresa tra 19 e 26 anni, in quanto ritenuti responsabili di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle persone. I medesimi, facenti parte del progetto “S.P.R.A.R.” ed ospiti presso un’associazione di Riace, avrebbero occupato arbitrariamente gli uffici della citata associazione per protestare contro i ritardi dei mancati pagamenti dei “poket money”.