• Home / CITTA / Reggio – “Vivere senza barriere”, incontro dell’Interact Club
    convegno disabilità

    Reggio – “Vivere senza barriere”, incontro dell’Interact Club

    Al liceo scientifico “Leonardo da Vinci” si “superano” le barriere. Vivere in un ambiente dove il concetto di spazio senza barriere architettoniche rappresenta l’essenza della civiltà deve essere l’obiettivo primario di ogni essere umano che, giorno dopo giorno, dovrebbe lavorare per creare una città vivibile, aperta e sicura per tutti. All’incontro “Vivere senza barriere” organizzato dall’Interact Club, questa mattina nell’aula Magna dell’istituto reggino,dopo l’intervento introduttivo della dirigente scolastica Giuseppina Princi che ha ringraziato il presidente dell’Interact per “un’iniziativa utile che accresce la sensibilità dei giovani stimolandoli ad assumere nei confronti dei disabili comportamenti di inclusione e rispetto”, é il presidente dell’Interact Vittorio Mafrici a rivolgersi agli studenti esortandoli ad “apprezzare ciò che hanno e a reagire rispetto alle avversità o ai problemi quotidiani così come ci insegna Giusy Versace. L’atleta Versace – continua Mafrici – é per tutti noi un esempio, una lezione di vita. Il suo coraggio, la sua costanza, l’energia e la sua voglia di vivere, ci sprona ad andare avanti, a lottare per un mondo migliore”.
    Poi é il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto ad esprimere vicinanza e disponibilità verso i disabili ricordando l’impegno delle istituzioni con “la voluta nomina della presidente della Commissione pari opportunità che vive tale condizione”.
    L’assessore provinciale Eduardo Lamberti Castronuovo si è poi complimentato con gli organizzatori per l’iniziativa e ha posto l’accento sul coraggio, la determinazione di chi vive quotidianamente la disabilità.
    “Purtroppo, costatiamo in questa città e non solo, la mancanza di senso civico – continua l’assessore Castronuovo – mancanza che crea non pochi disagi a coloro che vivono tale condizione”.
    Il professore Romeo si é brevemente soffermato sull’aspetto psicologico e la forza di reagire di chi convive con la disabilità e ha esortato i giovani a credere in se stessi e a non abbattersi.
    A catalizzare l’attenzione degli studenti, ci ha pensato la campionessa Giusy Versace che ha raccontato la sua esperienza di vita trasmettendo a tutti i presenti energia e determinazione.
    A concludere un incontro che ha davvero “superato” gap mentali e gettato le basi per eliminare quelli architettonici, le testimonianze del dottor Marcianó, di Roberta Cogliandro ed Alessandra Al Sayyad.