• Home / CITTA / Rende (CS) – Rosy Bindi: ”Le mafie sparano meno ma corrompono di più”
    Rosy Bindi

    Rende (CS) – Rosy Bindi: ”Le mafie sparano meno ma corrompono di più”

    “Le mafie sparano di meno, ma corrompono di più. Non tutta la corruzione è opera delle mafie, ma la corruzione è l’arma privilegiata della ‘ndrangheta e delle nuove mafie”. E’ quanto ha detto la presidente della Commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, che ha partecipato questa mattina a Rende, alla conferenza dal tema “Corruzione e criminalita’ organizzata: una sfida europea”, per l’inaugurazione dell’anno accademico della facoltà di Scienze politiche dell’Università della Calabria. “La corruzione viene praticata anche senza ricorrere a mezzi intimidatori o violenti – ha detto la Bindi – ma creando complicita’ e consensi da parte degli interlocutori e quindi combattere la corruzione vuol dire combattere la criminalita’ organizzata”. “Strumenti contro le mafie in Italia ne abbiamo e risultati ne abbiamo ottenuti, e il nemico, perché credo che contro la mafia si debba usare questo termine, è stato fortemente ridimensionato”. “L’Italia – ha continuato – si è attrezzata, e siamo qui a riflettere anche sull’Europa – ha detto – perché è meno attrezzata di noi, e non a caso le mafie migrano, perché non ci sono forze di polizia e magistrati come da noi. Siamo stati in Canada come commissione, e abbiamo visto che Toronto è un’altra capitale della ‘ndrangheta e Montreal di Cosa Nostra – ha detto ancora Bindi – e lì si fanno affari e se non ci sono strumenti globali sarà complicato combattere le mafie”.