• Home / CITTA / RC, Prefetto Di Bari interviene a Cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico a San Luca

    RC, Prefetto Di Bari interviene a Cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico a San Luca

    Il Prefetto di Bari è intervenuto nella mattinata odierna alla cerimonia di Inaugurazione dell’anno scolastico 2016-2017 che si è svolta a San Luca presso  l’Istituto Comprensivo Statale San Luca – Bovalino.

    Alla manifestazione erano presenti il Presidente della Regione Mario Oliverio, il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa, l’Assessore regionale alla Scuola, lavoro, welfare e politiche giovanili Federica Roccisano, il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Diego Bouchè, il Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Locri Salvatore Cosentino, il Vescovo della Diocesi di Locri-Gerace Mons. Francesco Oliva il Dirigente Scolastico Carmela Rita Serafini e il Commissario prefettizio del Comune di San Luca Salvatore Gullì.

    Anche in platea numerosi erano i Rappresentanti dello Stato e Amministratori locali a testimonianza della vicinanza dello Stato al territorio.

    La cerimonia ha avuto inizio con l’esecuzione dell’Inno Nazionale da parte dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo alla quale hanno fatto seguito gli interventi della Consulta provinciale degli studenti, dei bambini della scuola primaria di San Luca e delle Autorità.

    Il Prefetto, nel suo intervento, ha evidenziato il valore simbolico della scelta di San Luca per la cerimonia di inaugurazione, paese ricco di storia e di tradizioni, ma afflitto da tante debolezze strutturali che ne comprometto la crescita sociale e civile.

    Di Bari ha fatto, quindi, appello al senso dello Stato e di responsabilità dei cittadini di San Luca affinchè la Comunità locale torni democraticamente a amministrarsi attraverso il ritorno agli Organi elettivi.

    In ultimo, il Prefetto ha voluto sottolineare il ruolo centrale che la scuola svolge nel campo dell’educazione dei giovani e della formazione delle coscienze per indirizzarli verso la legalità e il rispetto delle regole e per farsi artefici della crescita della propria terra.