• Home / CITTA / Messina – Il Palacultura alza il sipario per la 96^ Stagione Concertistica della Filarmonica Laudamo

    Messina – Il Palacultura alza il sipario per la 96^ Stagione Concertistica della Filarmonica Laudamo

    Domenica 16, alle ore 18, al Palacultura Antonello, partirà la 96^ Stagione Concertistica della Filarmonica Laudamo di Messina, la più antica in Sicilia, con un evento realizzato in collaborazione con l’Accademia Stauffer di Cremona, la più importante scuola di quartetto d’archi in Italia. Il celebre Quartetto di Cremona, formato dai docenti della Stauffer, si esibirà con i giovani  straordinari allievi del Quartetto Echos, portando sul palco musiche di Webern, Brahms, Schubert. L’evento rappresenterà un importante incontro tra maestri e allievi ai massimi livelli e simboleggerà un segnale di speranza per il futuro. Il concerto presenterà le caratteristiche principali della Stagione ideata dal direttore artistico Luciano Troja. Le numerose attività della stagione concertistica   faranno infatti chiaro riferimento alla tradizione classica e si avvarranno di grandi maestri e talentuosi allievi,  in collaborazione con istituzioni musicali e culturali della città, nazionali e straniere. Il Quartetto di Cremona, formato da Cristiano Gualco e Paolo Andreoli violini, Simone Gramaglia viola, Giovanni Scaglione violoncello, nasce proprio presso l’Accademia Stauffer, affermandosi subito come una delle realtà cameristiche più interessanti della scena internazionale. È ospite dei principali festival e rassegne d’Europa, Sudamerica, Australia, Giappone, Cina e USA. La stampa internazionale ne sottolinea le qualità artistiche e interpretative ed emittenti radiotelevisive di tutto il mondo ne trasmettono i concerti. Nell’ambito della sua vasta discografia è da citare almeno l’integrale dei quartetti di Beethoven (6 CD, Audite, 2011-2015) per la quale ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti tra cui «5 stelle» dal BBC Music Magazine, «Disco Star» da Fonoforum, «Supersonic Award» da Pizzicato e la nomination all’International Musical Award 2015 per la musica da camera. Il Quartetto Echos nasce nel 2013 all’interno del Conservatorio di Torino ed è composto da Andrea Maffolini e Ida Di Vita, violini, Giorgia Lenzo viola, Martino Maina (violoncello), vanta già una notevole attività concertistica. Attualmente studia con il Quartetto di Cremona all’Accademia Stauffer di Cremona, con Claudia Ravetto al Conservatorio di Torino e con Adrian Pinzaru all’Accademia di Pinerolo. Il prossimo appuntamento di domenica 23, al Palacultura Antonello , sarà  con il grande pianista Antonio Ballista in concerto,  nel  programma “Hit Parade, il meglio della canzone secondo me” con musiche tra gli altri di Liszt, Debussy, Grieg, Elington, Porter, Bixio, Wonder, Milhaud. Giovedì 27, alle 20, alla sala Laudamo, seguirà l’avvio di Accordiacorde, una serie di concerti in collaborazione con E.A.R. Teatro di Messina, con la partecipazione di Nello Toscano al contrabbasso e Claudio Cusmano alla chitarra in “Blowin in the  Wind”.