• Home / CITTA / Catanzaro / Abramo ai lavoratori part-time Amc: “Accuse e toni sono inaccettabili”
    Catanzaro, cartoni bruciati in centro: telecamere per "incastrare" i responsabili

    Abramo ai lavoratori part-time Amc: “Accuse e toni sono inaccettabili”

    Nota del sindaco Sergio Abramo.

    “I toni utilizzati da alcuni lavoratori Amc part time, nel loro ultimo comunicato, non firmato,  sono, per quanto mi riguarda, inaccettabili. Così come è inaccettabile l’accusa di “voler giocare” con i lavoratori e le loro famiglie, quando tutti sanno che senza il mio personale impegno, quello dell’amministratore Colace e del management, l’Amc sarebbe già fallita sotto il peso dei debiti accumulati dalle precedenti gestioni.

    A questi lavoratori, evidentemente, interessa poco il fatto che un’azienda ormai decotta e pronta per la rottamazione sia stata trasformata in un’azienda sana che non produce più debiti, divenendo in tal modo solida anche per i lavoratori e le loro famiglie.

    I lavoratori part time sanno benissimo che lo slittamento di qualche giorno della riunione programmata è stato dovuto esclusivamente ad impegni improrogabili fuori sede del sindaco e dello stesso amministratore delegato dell’azienda.

    Così come perfettamente sanno che la linea aziendale sulla contrattualizzazione dei lavoratori impegnati nella funicolare e l’aumento di orario per tutti gli altri part time deriva dal verbale sottoscritto da azienda e sindacati (Cgil, Cisl, Uil, Ugl,Cisal Faisa) lo scorso 6 luglio.

    E’ un percorso che porterà progressivamente, parallelamente all’assestamento dei conti economici dell’azienda, all’applicazione del full time a tutti i lavoratori.

    Se alcuni lavoratori hanno nostalgia di un’azienda seppellita dai debiti e in procinto di essere liquidata, lo dicano pure. In ogni caso, l’incontro già programmato si terrà certamente nei prossimi giorni”.