• Home / CITTA / Reggio – Ugl Calabria chiede al sindaco di intervenire per i pagamenti degli ispettori ambientali

    Reggio – Ugl Calabria chiede al sindaco di intervenire per i pagamenti degli ispettori ambientali

    L.R.15/2008 (c.d. ex SIAL) piano di reinserimento occupazionale, sono i lavoratori che ad oggi ricoprono il ruolo fondamentale  di Ispettori Ambientali in una città come Reggio Calabria, bisognosa di porre al centro delle proprie politiche di sviluppo le questioni di decoro e di tutela dell’ambiente cittadino.
    Il ruolo dei suddetti lavoratori è di prevenzione e di vigilanza nel settore ambientale,contrastano il fenomeno dell’abbandono di ingombranti e rifiuti sparsi quotidianamente sul suolo pubblico;  ad oggi non valorizzato dagli organi competenti e, tenuto all’ombra  con un rapporto di lavoro precario,lavorano 6 ore al giorno timbrando regolarmente il regolare cartellino, presso gli enti utilizzatori, privi di contratto lavorativo e di contributi previdenziali versati.
    Nonostante  abbiano accumulato un’elevata professionalità, dopo lungli anni di sfruttamento, a tuttt’oggi  non si parla di un piano di inserimento occupazionale stabile nel contesto piu’ ampio della Città Metropolitana,  attingendo dalle relative risorse previste dal Programma Operativo Nazionale, che si ricorda ammonta a circa un miliardo di euro inserito nella nuova programmazione dei fondi europei (2014-2020) 80/100 milioni per la città Metropolitana di Reggio Calabria.
    I lavoratori oltre ad essere sfiduciati e scoraggiati dalle varie promesse dei politici di turno, reclamano  e non  comprendono il motivo per il quale   la Regione Calabria, a tutt’oggi, non ha provveduto a versare al Comune le somme relative il mese di Dicembre 2014 e  9 mesi dell’anno 2010.U
    Unione Generale del lavoro della Calabria chiede al  Sindaco di Reggio Calabria ed al Presidente della Regione Calabria di intervenire su questa annosa vicenda per accelerare l’iter dei pagamenti arretrati degli ispettori ambientali , i quali vivono con questo unico reddito e con    famiglia e figli da  sostenere, ed inoltre l’impegno per una  soluzione definitiva del problema, affinchè questi lavoratori possano essere assunti definitivamente.   ,

    Il Responsabile Provinciale Igiene Ambientale
    Antonino Musolino

    Segretario Generale  Calabria
    Ornella Cuzzupi