• Home / CITTA / Vibo – Pro Loco: ‘Proposte per un turismo compatibile e duraturo’

    Vibo – Pro Loco: ‘Proposte per un turismo compatibile e duraturo’

    L’obiettivo di un “turismo organizzato, compatibile, duraturo” è un auspicio di tutti, soprattutto degli operatori del settore spesso non supportati e di chi è già impegnato nella difficile programmazione; potrebbe significare sviluppo economico ed occupazionale, benessere diffuso per tutta la città ed, in particolare, per Vibo Marina, a forte vocazione turistica che deve ritrovare una sua dimensione dopo la chiusura di fabbriche e imprese.

    Per far questo secondo il CDA della Pro Loco, apprezzando quanti già operano nel settore, è  opportuno costruire in una sinergia d’intenti ed ad ogni buon fine “ una regia per il turismo “, un riferimento preciso –comunale/intercomunale/ regionale- ben motivato ed efficiente che, accanto ad un’attenta azione politica ed un rafforzamento dell’ Ufficio Turistico, raccordi e coordini le Istituzioni competenti (Comunità Europea, Ministeri interessati, Regione, Provincia, Comune, Capitaneria di Porto, Autorità portuale quando attivata, Soprintendenze ai Beni culturali, Prefettura, Scuole…  ), le associazioni di settore del territorio (Camera Commercio e ASPO, Confcommercio, Confindustria, Confartigianato, Federpesca, Federalberghi, Federazione pubblici esercizi, Compagnie navi crociera e shipbroker, Agenzie marittime e turistiche, Associazioni guide turistiche e giovani cooperative turistiche del territorio, Consulta portuale, Pro Loco-servizio IAT  Vibo Marina, Coni …), i sistemi di trasporto (marittimi con le vicine Isole Eolie e la Sicilia, collegamenti aereoporto di Lamezia Terme-porto di Vibo Marina, mantenimento linea ferroviaria FS costiera Eccellente-Rosarno,miglioramento raccordo con Autostrada A3, trasversale delle Serre); ma anche presentazione di progetti regionali e comunitari, una strategia di mercato e messa in rete della promozione della città nel suo complesso e di pacchetti turistici che guardano al Mediterraneo ed agli altri continenti, raccogliendo anche le sfide che vengono dalla competizione e promozione degli scali per la sosta delle navi da crociera che oggi ci agevola per la richiesta di scali suggestivi nell’ambito  di rotte più sicure nei mari del Sud Italia, integrando un pacchetto di soggiorno a Vibo ed escursione alle Eolie, recuperando il soggiorno familiare  legato alla balneazione, quello culturale e legato alla congressistica, valorizzando il patrimonio  naturalistico-culturale con eventi che siano di richiamo oltre la  stagione estiva.

    Vibo Marina rimane comunque “la principale via d’ingresso dal mare in Calabria”, con la sua identità marittima-portuale, può trovare ancora una migliore valorizzazione turistica nel suo ruolo storico di  “crocevia di commercio e culture”: lungo la via del Golfo sistema aereoporto Lamezia-porto Vibo , la via dell’ossidiana porto Vibo-Isole Eolie-Sicilia-Mediterraneo, la via del legname Serra San Bruno-porto Vibo-Pizzo-Serra  San Bruno.

    Vibo Marina con la sua identità marittimo-portuale offre oggi la più variegata offerta di opportunità di svago in ambito regionale da promuovere al meglio: un bacino portuale sicuro e strategico, oltre 600 posti barca per il turismo nautico-navale nazionale ed internazionale, un iniziale interesse della crocieristica nel Sud Italia e porti minori, minicrociere estive per le vicine isole Eolie, crociere nel mediterraneo su antichi velieri e moderni yatch, fitto barche con/senza equipaggio, microclima ottimale per la balneazione in lidi in concessione ed in spiagge pubbliche, pescaturismo, archeologia subacquea e sport nautici, recettività alberghiera e B&B , ristoranti a tipica cucina marinara, pizzerie e pub, graziosi caffè e gelaterie, artigianato barche in legno dei maestri d’ascia, agriturismo e aziende conservazione prodotti ittici secondo antiche ricette, negozi per lo shopping nel paese-porto, passeggiata suggestiva sul lungomare, l’accoglienza tradizionale della nostra gente.

    Di certo è necessario curare al meglio per tutta l’estate il territorio continuando i lavori di pulizia di strade e spiagge, garantendo la presenza della polizia municipale, il regolare funzionamento dei depuratori, iniziando una regolare raccolta differenziata dei rifiuti urbani,  riaprendo in breve  tempo la strada provinciale ancora chiusa  al ponte della Cementeria, attuando nel contempo il senso civico e la collaborazione dei cittadini per mantenere pulita ed accogliente la nostra cittadina.

    Per questa estate la Pro loco ha in programma l’apertura nel porto di Vibo Marina dell’importante Servizio IAT punto mobile nell’ambito del quale saranno svolte iniziative culturali  e di promozione, una Mostra storico fotografica itinerante sulla Tonnara di Bivona, ancora iniziative per i 150 anni di Porto Santa Venere-Vibo Marina, la VI edizione del Premio Santa Venere, iniziative culturali e di intrattenimento in collaborazione con gli Enti locali ed il Forum Associazioni Vibo Marina.

    TURISMO VIBO MARINA PROPOSTA IN 10 PUNTI

    1)l’apertura non più rinviabile della Tonnara di Bivona (VV) nella  sua naturale fruizione  come “Museo regionale della Civiltà del Mare” (MuCiMa); singolare complesso Architettonico dell’archeologia industriale, bene monumentale vincolato di proprietà dell’Agenzia del Demanio, sicuro volano di sviluppo economico e di attrazione culturale per turismo, scuole, escursioni a terra  crocieristi.

    2) La costruzione non più rinviabile della “sede servizi turistici APT”  in zona portuale da parte della Provincia comprendente sala informazioni accoglienza, locali per promozione ed mostra, bagni; un’opera pubblica, una piccola stazione marittima indispensabile al porto per la quale molti uffici hanno già speso molte energie, finanziamento del 2010 ancora presente, progetto ed autorizzazioni varie concesse, da tempo già deliberato favorevolmente da Giunta e Consiglio comunale.

    3)la realizzazione del “Parco collinare Miramare” di grande valore naturalistico e paesaggistico per come proposto dalla Pro Loco quale contributo al PSC ; ampia zona sovrastante il porto e sino al monte Castelluccio, percorsa dalla vecchia linea ferrovaria FCL Porto Santa Venere-Pizzo-Monteleone  già in passato in parte  tutelata con progetto della Provincia, bisognevole di tutela e sistemazione  idro-geologici, singolare per escursioni cittadine  e turistiche guidate.

    3)la realizzazione del “Parco cittadino del castello di Bivona” comprendente oltre al manufatto già di proprietà comunale anche la circostante area archeologica greco-romana-medioevale e degli antichi porti già vincolata e da acquisire , posta lungo l’itinerario “Costa degli Dei” il più rilevante per il turismo in Calabria.

    4)La realizzazione del “percorso ciclo-pedonale litoraneo Pizzo Marina con Vibo Marina”, una via diretta quanto più vicina al mare, un percorso ritenuto molto suggestivo e strategico per il paese-porto di Vibo Marina spesso bypassato dal flusso turistico; itinerario in parte già presente e percorribile a piedi lungo la battigia, da rendere più agevole per breve tratto nella zona  di  “Timpa Janca” con “passarella”  o “ ponte sul mare”, per come già avvenuto con successo in altre località marinare o lacustri e che potrebbe integrarsi con altri progetti comunali sul porto.

    5) Riconoscimento e valorizzione “Area Marina protetta di Trainiti” ove sono ancora presenti i resti dell’antico porto greco-romano di Hipponium-Vibona ricchi di floristica e faunistica marina  e praterie di poseidonia.

    6) Riqualificazione ingresso Vibo Marina (incroci via S. Venere-Parodi) e creazione di  un “parcheggio per 300-500” posti auto recuperando ex area industriale dismesse nelle adiacenze del porto, utile per cittadini e turisti, sosta diportisti (circa 600 posti barca nel porto turistico), quanti compiono escursioni alle Eolie, in occasioni di manifestazioni.

    7)Nell’ambito delle iniziative per la  valorizzazione dello scalo e lo sviluppo dei traffici marittimi, una strategia per incrementare  le puntate delle “navi da crociera” di media stazza nel porto di Vibo Marina; regolari  collegamenti marittimi con le vicine “Isole Eolie-Sicilia” e  ferroviari/stradali tra il “porto di Vibo Marina-aeroporto internazionale  di Lamezia Terme”.

    8) Percorsi ciclabili   lungomare Vibo Marina-Bivona, percorso pedonale per  collegare la stazione FS di Vibo-Pizzo con Vibo Marina e la stazione di Vibo Marina con il porto avviando i lavori del sottopassaggio.

    9) Miglioramento servizi di pubblica Utilità per cittadini e turisti: realizzazione di un “Centro Civico” per i servizi  decentrati amministrativi,turistici-socio/sanitari,culturali-biblioteca e di un Centro polifunzionale in Vibo Marina per le esigenze di aggregazione e socializzazione, mostre e spettacoli, promozione del territorio,  incontro degli operatori del settore turistico  e delle associazioni; potenziamento del Poliambulatorio sanitario e del Servizio SUEM 118 collegato con i servizi di emergenza marittimi già esistenti; istituzione della Tenenza dei Carabinieri e/o Polizia  per un maggior controllo del territorio.

    10) interventi sulle scuole, associazioni, cittadini nell’ambito dell’ educazione civica e turistica, conoscenza del territorio, dialogo interculturale, microimprenditoria turistica e valenze del mercato locale.