• Home / CITTA / Vibo – Partecipata passeggiata Naturalistica lungo vecchia ferrovia

    Vibo – Partecipata passeggiata Naturalistica lungo vecchia ferrovia

    Un percorso pedonale-ciclistico tra i più affascinanti d’Italia, proprio vicino casa nostra ed a molti ancora sconosciuto; nascosto tra piante antiche e pregiate, inciso lungo la collina che unisce Vibo-Pizzo-Vibo Marina; il fascino del vecchio percorso ferroviario a scartamento ridotto della FCL un tempo frequentatissimo, un luogo forse da film ma di sicuro gradevole per una genuina passeggiata; nel rivedere la vecchia stazione di Longobardi Maierato, le piccole rotaie sui stretti ponticelli, la buia galleria annerita dal fumo del carbone sembrerà di risentire il rumore ansimante ed il fischio della vecchia locomotiva.

    Una “Passeggiat.a Naturalistica”splendida con appassionata partecipazione di cittadini ed ospiti quella svoltasi domenica 26 giugno lungo il tratto della vecchia ferrovia; un paesaggio mozzafiato sul Golfo di S. Eufemia e sino alla Stromboli impressionato in migliaia di scatti fotografici; una cascata d’acqua fresca alta più di 100 metri nascosta tra antichi alberi, una collina ricca di biodiversità illustrata con competenza e passione dall’ottimo Pino Paolillo.

    Questa iniziativa nasce dal gemellaggio tra Pro Loco di Pizzo e Pro Loco di Vibo Marina unite da legami di amicizia, vicinanza tra due Comunità con identità marittima-portuale, desiderio di collaborazione per iniziative comuni socio-culturali che propongano a tutti un rinnovato interesse verso la tutela e valorizzazione di beni culturali-ambientali appartenenti spesso a più territori vicini.

    L’obiettivo è stato quello di aver fatto riscoprire questo singolare percorso ciclo-pedonale della vecchia ferrovia collinare , per un certo senso “riaprirlo” dopo i lavori di pulizia effettuati dagli amici di Pizzo soprattutto nel tratto ove in passato vi era stato un intervento di tutela e valorizzazione da parte dell’Amministrazione Provinciale, affinchè sia preso in seria considerazione dagli enti interessati, possa essere utilizzato dai cittadini e promosso come una singolare e vicina attrazione turistica sin da questa estate ancor meglio se guidato dalle Pro Loco o da giovani guide.

    Altra finalità culturale è quella di sensibilizzare i cittadini a volgere lo sguardo verso questo luogo, proporre agli Enti interessati di intraprendere ogni iniziativa utile per advenire all’ istituzione del “Parco collinare Miramare” tutelando una vasta area di singolare interesse naturalistico e paesaggistico -che interessa principalmente il comune di Vibo e Pizzo ma anche Maierato e S. Onofrio- comprendendo ed allargando il percorso già in passato attenzionato della vecchia ferrovia FCL , allargando la tutela al di sopra verso monte Castelluccio ed aldisotto verso Longobardi-Vibo Marina; un tratto di collina di singolare bellezza, un polmone verde da salvaguardare e da fruire come luogo di incontro-sosta-gita-picnic-sport-benessere , anche ai fini di proteggere da rischi idro-geologici i tratti a valle (vedi alluvione del 3 luglio 2006) favorendo interventi di consolidamento e di rimboschimento; un progetto di grande spessore che donerebbe sicuramente maggior valore alle cittadine costiere, una forte attrattiva per il turismo e le escursioni dal porto.

    La Pro Loco di Vibo Marina ha già presentato al Comune le osservazioni scritte al PRC proponendo di recepire l’inserimento del Parco collinare Miramare nel suddetto piano anche ai fini di una necessaria sua tutela; questa richiesta è un contributo alla costruzione della città che viene dai cittadini e dall’Associazione che si spera venga ascoltata ed accolta dagli Amministratori locali.
    Il nostro è un territorio ove la natura è stata prodiga di regali; quanto rimasto non va ancora sciupato pregiudicando il futuro ma con, buon senso, valorizzato al meglio; è compito e dovere di Amministratori amanti della città pianificare in tempo un territorio migliore, salvaguardando sempre il bene comune ed il benessere dei cittadini.