• Home / CITTA / Catanzaro / Il capo degli estorsori si pente: Mirarchi parla con la Dda di Catanzaro
    Tribunale appello procura dda catanzaro

    Il capo degli estorsori si pente: Mirarchi parla con la Dda di Catanzaro

    Santo Mirarchi, il 32enne arrestato un mese fa con l’accusa di essere il capo del gruppo criminale del quartiere Lido di Catanzaro che ha compiuto una serie di estorsioni ai danni di commercianti, si è pentito ed ha deciso di collaborare con la giustizia.

    Mirarchi ha comunicato la sua decisione nel corso di un incontro con i magistrati della Dda di Catanzaro ed ha reso dichiarazioni su cui gli inquirenti sono già al lavoro per trovare i necessari riscontri.

    Santo Mirarchi era stato arrestato l’11 aprile scorso nell’ambito dell’operazione “Fashion”. Insieme al suo gruppo criminale, secondo l’accusa, sarebbe stato il responsabile degli attentati avvenuti tra luglio e settembre del 2015 ai danni di alcuni esercizi commerciali di Catanzaro Lido. Una cellula criminale, secondo quanto é emerso dalle indagini, che sarebbe stata in contatto con alcune importanti ‘ndrine.