• Home / CITTA / Cosenza – Nulli tutti gli atti compiuti da Occhiuto alla Provincia
    occhiuto sindaco cosenza

    Cosenza – Nulli tutti gli atti compiuti da Occhiuto alla Provincia

    Con sentenza n. 1060 depositata il 17/05/2016 il TAR ha accolto il ricorso proposto dai consiglieri di minoranza della Provincia di Cosenza Di Natale, Capalbo, Rizzo, lacucci, Nociti e Pascarelli e ha sancito la nullità degli atti compiuti dall’ex Presidente Occhiuto. Lo comunica il Consigliere provinciale Graziano di Natale.
    In particolare il TAR ha affermato che con la decadenza dalla carica di Sindaco, Occhiuto era pure decaduto dalla carica di Presidente della Provincia, con conseguente nullità del decreto n. 3/16 con cui vengono accertate le dimissioni del consigliere provinciale Lino Di Nardo da vice presidente della Provincia di Cosenza, del decreto con cui è stato nominato vice presidente il consigliere Franco Bruno e della convocazione del Consiglio provinciale dell’8/02/2016.
    La accertata decadenza, da parte del TAR, di Occhiuto dalle funzioni di Presidente della Provincia comporta che tutti gli atti da questi compiuti sin dall’8/02/2016 sono nulli.
    Dal momento della pubblicazione della sentenza le funzioni sostitutive vengono svolte dal consigliere anziano, Graziano DI Natale, che assume immediatamente la carica.

    “Impugneremo la decisione del TAR davanti al Consiglio di Stato. Abbiamo già dato mandato all’Ufficio legale per fare le proprie valutazioni”, ha dichiarato il Vice Presidente della Provincia Franco Bruno per il quale la sentenza n. 1060 depositata il 17/05/2016, con la quale il TAR ha accolto il ricorso proposto dai consiglieri di minoranza della Provincia di Cosenza, “è in palese contrasto con le decisioni del Consiglio di Stato in materia”.
    Una reazione ferma e decisa, quella di Franco Bruno, che ribadisce la legittimità della nomina effettuata dall’ex Presidente Occhiuto e dichiara battaglia per il suo definitivo riconoscimento giuridico da parte della Magistratura amministrativa di appello